Logo ImpresaCity.it

2010, anno difficile per Steve Ballmer

La rivista americana Newsweek, basandosi sugli scarsi risultati del 2009, prevede per il CEO di Microsoft, Steve Ballmer, un 2010 con parecchie difficoltà.

Redazione ImpresaCity

Il 2010 potrebbe essere l'anno in cui gli azionisti decideranno di averne avuto abbastanza di Steve Ballmer come CEO Microsoft. La previsione è stata fatta dalla rivista Newsweek, nel suo report "Predictions For 2010" pubblicato recentemente. Newsweek, in particolare, ha sottolineato che le azioni Microsoft nell'era Ballmer sono scese del 50% e che le "distrazioni" come Windows Vista hanno impedito al CEO di entrare per tempo in "ogni grande mercato tecnologico della scorsa decade".
Microsoft ha lanciato Bing a maggio del 2009, riuscendo a guadagnare modeste quote nel mercato della websearch. Ma, secondo Newsweek, i giochi sono già finiti nel settore delle ricerche su internet. Il vincitore? Ovviamente si tratta di Google. E ciò è successo anche per quanto riguarda i lettori Mp3 e i cellulari, dove Apple ha distanziato definitivamente Microsoft. Il colpo di grazia, però, è stato il fallimento di Ballmer nel completare l'accordo con Yahoo, scrive Newsweek. Questa non è la prima volta che viene ventilata l'ipotesi dell'esclusione di Ballmer da Microsoft. Vista e Yahoo sono sempre i fallimenti più citati anche se, ironicamente, alcuni pensano che la chiusura dell'accordo con Yahoo avrebbe portato a un fiasco ancora più grosso. Ci sono state anche voci riguardo ad una carrera per Ballmer nell'industria discografica.
Recentemente il CEO ha visto svariati trimestri negativi, fiscalmente parlando. Trimestri affossati da una debole domanda di Pc e server. Ballmer stesso ha definito la situazione come la peggiore condizione economica mai affrontata da Microsoft, e i primi insuccessi nella storia della società sono avvenuti proprio sotto il suo comando. Un'altra accusa rivolta a Ballmer è stata quella di non aver saputo mantenere competitivo Windows Mobile nel mercato degli smartphone. A un recente meeting degli azionisti è stato chiesto a Ballmer perché Microsoft non ha saputo elaborare una strategia migliore per catturare l'attenzione delle generazioni più giovani. "Pensano che Microsoft sia uno dei "cattivi". E nell'ultima campagna pubblicitaria di Apple sembrate tutti dei pagliacci", ha detto un'azionista Microsoft particolarmente franco a Ballmer.   "E mi chiedo perché il vostro reparto marketing non riesca a progettare qualcosa per conquistare la prossima generazione, perché avete davvero una brutta immagine, là fuori".
Tuttavia, con le buone recensioni ricevute da Windows 7, Ballmer entra nel 2010 con un asso nella manica. Altri "generatori di profitto" come Dynamic CRM e Sharepoint stanno crescendo pian piano. In ogni caso - anche se l'idea di un allontanamento di Ballmer da Microsoft sembra improbabile - gli azionisti dell'azienda continueranno sicuramente a lamentarsi, se l'anno appena cominciato porterà risultati simili al 2009.
Pubblicato il: 04/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud