Logo ImpresaCity.it

Microsoft aspetta Windows 7

In attesa che le vendite di Windows 7 contribuiscano a migliorare i conti del colosso di Redmond, il primo trimestre dell'anno fiscale 2010 mostra che l'area server performa, così come il gaming. Tutto il resto chiude con un saldo negativo.

Autore: F. Merli

Microsoft ha rilasciato i dati finanziari del suo primo trimestre fiscale, concluso lo scorso 30 settembre. Il vendor  ha riportato un calo dell'utile del 18%, che si è atestato a 3,57 miliardi di dollari contro i 4,37 miliardi dello stesso periodo del 2008. Anche il giro d'affari è calato del 14% attestandosi a 12,92 miliardi di dollari, contro i 15 miliardi dello stesso periodo del 2008 ma i risultati sono superiori alle stime degli analisti che attendevano un giro d'affari di 12,4 miliardi di dollari.
La divisione Windows client ha visto ridurre drasticamente il proprio giro d'affari dai 4,278 miliardi di dollari del primo trimestre 2008 agli attuali 2,620 miliardi mentre gli utili si sono praticamente dimezzati passando da 3,089 miliardi di dollari a 1,463 miliardi.
Su questi dati pesa, oltre alla crisi dell'IT, il relativo peso finanziario di Windows Xp sui netbook e la lentezza dell'acquisto di Windows 7 da parte degli OEM. Va decisamente meglio però la divisione software server che registra un fatturato di 3,434 miliardi di dollari (dai precedenti  3,417) e utili in crescita dai precedenti 1,044 miliardi di dollari agli attuali 1,283 miliardi.
In negativo anche la divisione Office e Dynamics che registra un giro d'affari in calo da 4,9 a 4,5 miliardi di dollari e profitti in discesa da 3,185 a 2,863 miliardi di dollari.
Infine, andamento positivo per la divisione gaming con  profitti che raddoppiano passando dai 159 milioni di dollari del 2008 agli attuali 312 milioni di dollari anche se, complice il periodo stagionale, le vendite risultano stabili a 1,8 miliardi di dollari.
Per chi volesse leggere i dati finanziari nel dettaglio, basta cliccare qui.
Pubblicato il: 27/10/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza