Logo ImpresaCity.it

Verizon e Cisco, uno studio per quantificare il Roi derivante dalla collaboration

La ricerca di Frost & Sullivan ha rilevato ottimi ritorni sugli investimenti in strumenti di collaborazione avanzata; le reti IP sempre più utilizzate come piattaforma di business.

Redazione ImpresaCity

Da uno studio di Frost & Sullivan risulta che le organizzazioni che utilizzano avanzate tecnologie di collaborazione basate su Internet raddoppiano i ritorni sugli investimenti in strumenti di collaborazione e ottengono performance migliori rispetto alle società che sfruttano meno la collaborazione.
Lo studio “Meetings Around the World II: Charting the Course of Advanced Collaboration”, sponsorizzato da Verizon e Cisco, ha preso in esame come lavorano insieme i professionisti nelle aziende e nelle agenzie governative servendosi di strumenti di collaborazione avanzata quali VoIP, instant messaging o riunioni tramite video ad alta definizione o Cisco TelePresence. L’indagine on line  è stata condotta nel maggio 2009 da Frost & Sullivan su 3.662 decision-maker IT e di altre linee di business di organizzazioni (piccole e medie imprese da 50 a 999 impiegati e aziende con 1.000 o più impiegati) in 10 nazioni di Asia-Pacifico, Europa e Stati Uniti.
Lo studio presenta un modello quantitativo di settore per il ritorno sugli investimenti in collaborazione; un metodo di misurazione, denominato indice di Ritorno sulla Collaborazione (ROC - Return on Collaboration), che stabilisce un impatto progressivo dell’utilizzo di tecnologie di UC&C (Unified Communications and Collaboration) sulla performance aziendale e misura i miglioramenti in settori quali Ricerca & Sviluppo, Risorse Umane, Vendite, Marketing, Relazioni con gli Investitori e Relazioni Pubbliche.
Dallo studio risulta che le aziende e le agenzie governative che utilizzano strumenti di collaborazione sempre più sofisticati (softphone VoIP, immersive video e convergenza fisso-mobile) registrano un miglioramento nei risultati di business in rapporto al denaro investito.
L’indice medio generale di Roc è stato di 4,2, a significare che le organizzazioni hanno ottenuto un ritorno medio equivalente a  quattro volte l’investimento effettuato per la messa in funzione di tecnologie di collaborazione in termini di miglioramento nelle aree più importanti per l’azienda.
Le aziende del campione dichiarano che le soluzioni di collaborazione avanzata quali le tecnologie di UC&C aumentano la loro capacità di produrre risultati positivi.
La ricerca indica che la progressiva adozione di strumenti più avanzati di comunicazione e collaborazione può aiutare le organizzazioni a ottenere un ritorno corrispondente sulla collaborazione e miglioramenti in tutte le funzioni aziendali. Tale ritorno si è rivelato più evidente nei settori Vendite, Marketing e Ricerca & Sviluppo.
Lo studio ha inoltre rilevato che il 40% delle organizzazioni che utilizzano soluzioni UC&C prevedono di aumentare la spesa in questo ambito indipendentemente dalle attuali condizioni economiche. Inoltre, più dell’80% delle organizzazioni che ancora non utilizzano strumenti UC&C prevedono di adottarli nei prossimi due o tre anni.
La collaborazione ha generato un impatto più significativo in aziende in cui il maggior numero di persone interagiva con uno scopo comune, soprattutto in settori quali Vendite, Ricerca & Sviluppo e Marketing. Inoltre, lo studio ha rilevato che grazie all’implementazione di più strumenti UC&C avanzati, le aziende potrebbero accrescere il proprio ritorno in tutti i settori. Ne deriva che i team che fanno uso di strumenti UC&C possono sfruttare i vantaggi del cosiddetto “effetto rete” teorizzato dall’informatico Robert Metcalfe, co-inventore della rete Ethernet, che sostiene che quanti più utenti sono collegati in una rete, maggiore è il valore che se ne ricava.  
Pubblicato il: 16/10/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud