Logo ImpresaCity.it

Garante Privacy: illecito monitorare attività web di un dipendente

Per i datori di lavoro è illecito monitorare sistematicamente l’attività di navigazione dei propri dipendenti. Lo ribadisce in un recente provvedimento il Garante della Privacy.

Redazione ImpresaCity


Il Garante della Privacy ha ribadito in un recente provvedimento che è illecito, per i datori di lavoro, monitorare in modo sistematico la navigazione in internet dei propri dipendenti, e controllare siti e pagine web da essi consultati.
Il richiamo si inserisce nell’ambito di una vicenda particolare: una società italiana aveva installato un software in grado di memorizzare in chiaro le pagine visitate, e lo aveva utilizzato per monitorare per 9 mesi l’attività di un lavoratore in particolare.
Il Garante ha segnalato questo comportamento all’autorità giudiziaria: la pratica viola lo Statuto dei lavoratori, che vieta l'impiego di apparecchiature per il controllo a distanza dell'attività dei dipendenti.
In base alle Linee guida fissate dall'Autorità i datori di lavoro possono procedere a eventuali controlli, che devono però essere effettuati in modo graduale e attraverso verifiche di reparto, d'ufficio, di gruppo di lavoro prima di passare a controlli individuali; tali controlli devono inoltre essere motivati da ''esigenze organizzative e produttive''.
Pubblicato il: 23/09/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud