Logo ImpresaCity.it

Italia, contrazione del Pil maggiore delle aspettative

Secondo le stime della Commissione Europea relative all'andamento dei mercati nel 2009, l'Italia avrà un deficit del Pil pari al 5% e non una diminuzione del 4,4% come previsto; a livello europeo la riduzione complessiva sarà del 4%.

Redazione ImpresaCity

Nelle previsioni di primavera il dato era inferiore: l'analisi della Commissione Europea sull'andamento economico del Paese metteva in luce una situazione tale da comportare una riduzione del Pil pari a 4,4%. L'analisi attuale ha condotto però alla rielaborazione di queste cifre e la stima attuale mostra un'Italia che si accinge a veder contratto il proprio Prodotto Interno Lordo del 5%.
Un peggioramento, quindi, che acuisce le conseguenze che la crisi economica ha avuto e sta avendo anche attualmente sull'economia nazionale.
I primi mesi dell'anno sono stati i più colpiti, mentre gli esperti descrivono il terzo trimestre come un periodo contrassegnato dal recupero della produzione industriale; inoltre, i consumi dell'ultima parte dell'anno dovrebbero essere favoriti dalla bassa inflazione e dagli acquisti di beni durevoli.
Per quel che concerne gli altri Stati europei, un peggioramento rispetto alle stime precedenti si ha anche per Spagna e Regno Unito, mentre migliorano i dati inerenti Germania e Francia; in conclusione, l'Europa intera dovrebbe diminuire il proprio Pil del 4%, come già indicato nelle previsioni dei mesi precedenti.
Pubblicato il: 15/09/2009

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce