Logo ImpresaCity.it

L’impatto della recessione nei vari paesi Europei secondo Ciao.it

Secondo una ricerca fatta da Ciao.it, in Italia la crisi non è ancora superata mentre in Francia si trovano i cittadini europei più ottimisti.

Redazione ImpresaCity


Recentemente Ciao ha pubblicato i risultati della sua ultima indagine sulla percezione della crisi nei paesi europei. Sono molte le differenze a seconda della nazione, ma tutti concordano sull’importanza di stare attenti al modo in cui si spendono i soldi, aiutandosi tramite attente ricerche online prima di procedere all’ acquisto. Nel Regno Unito, una persona su cinque non compra nulla prima di aver ricercato approfonditamente l’oggetto desiderato su Internet. In Germania lo fa il 27%, in Francia il 13%, mentre in Spagna e Italia il dato sull’aumento delle ricerche online prima di procedere all’acquisto è di una persona su dieci.
I paesi dove la crisi sembra avere avuto un’influenza maggiore tra i cittadini sono l’Italia e il Regno Unito. Rispettivamente l’86% degli italiani e l’82% degli inglesi afferma di percepire che l’attuale situazione economica ha avuto un impatto diretto sulle loro tasche. 
Il paese meno preoccupato è la Francia, dove un sostanziale 63% dichiara di essere ancora in attesa degli effetti tangibili della recessione: una vera eccezione nel contesto europeo dato che per la maggior parte degli europei la priorità è risparmiare, soprattutto tramite l’utilizzo di internet.
La buona nuova per gli italiani è che stiamo avendo una visione a lungo termine: il 65% di noi sta facendo degli sforzi non indifferenti per risparmiare il più possibile, in Spagna la percentuale é del 57%, 54% nel Regno Unito, 41% in Francia e solo  29%  in Germania.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 02/09/2009

Tag:

Speciali

speciali

Anche i sistemi ICS hanno bisogno di protezione | #icsalsicuro

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation