Logo ImpresaCity.it

Adobe per la dematerializzazione della PA

Firmato nei giorni scorsi un protocollo d’intesa che prevede la realizzazione di un Centro di Competenza dedicato al tema della dematerializzazione.

Autore: Redazione ImpresaCity

Adobe avrà un ruolo attivo nel processo di dematerializzazione della PA, che ha un impatto rilevante nella scuola, nel welfare e nella giustizia, settori prioritari del Piano e-gov 2012.
La scorsa settimana, infatti il Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione Renato Brunetta ha  firmato a Palazzo Vidoni un Protocollo di intesa sulla dematerializzazione con Adobe Systems Software, alla presenza Giuseppe Verrini Amministratore Delegato di Adobe Systems Italia. Secondo il protocollo Adobe si occuperà, senza oneri per il Ministero, della realizzazione di un Centro di Competenza per la dematerializzazione.
L’Università dell’Aquila ha dichiarato di essere disponibile per questa iniziativa, che rappresenterà una risorsa per la ricostruzione e una opportunità per il rilancio della didattica e della ricerca.
Sul trattamento dei documenti digitali Adobe vanta forti esperienze: ha collaborato con il Cnipa per la firma digitale e ha realizzato progetti negli enti previdenziali, per la modulistica elettronica. In particolare il fascicolo penale informatico  è valutato come una best practice dal Ministero della Giustizia: circa 900 sentenze/anno presso il tribunale di Cremona  sono disponibili in formato Pdf;  è in corso la dematerializzazione di tutte le sentenze emesse dal 2000 al 2004; la dematerializzazione degli 800 faldoni del Processo di Piazza della Loggia è costato 45.000 euro per produrre 23 copie formato Pdf, mentre sarebbero costate 1 milione di euro in cartaceo.
Pubblicato il: 30/06/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza