Logo ImpresaCity.it

Sas appoggia Brunetta nel cambiamento della PA

La Riforma Brunetta impone forti cambiamenti nella PA. La scorsa settimana a Roma dirigenti di grandi enti pubblici e tecnici hanno preso in esame come cambierà la Pubblica Amministrazione con le modifiche che il Ministro intende apportare. Sas in questo processo pensa di poter fornire soluzioni tecnologiche in grado di applicare strumenti statistico-analitici a qualunque tipologia di analisi.

Redazione ImpresaCity

Come cambierà la PA dopo il decreto Brunetta?
Se lo sono chiesti lo scorso 18 giugno a Roma dirigenti di grandi enti pubblici e tecnici durante il convegno “Governance strategica. Innovazione normativa e processi tecnologici per il ciclo di gestione della performance nelle PA”, organizzato da SAS e Forum Pa.
L’incontro ha puntato l’attenzione sul fatto che in Italia si sono trovati tanti nomi per uno stesso processo (ciclo delle performance, ciclo dei controlli, ciclo della valutazione, controllo strategico o governance strategica) ma mai, prima del “Decretone”, il Decreto Legislativo di attuazione della Riforma Brunetta, Legge Delega n.15/marzo 2009, così chiamato per la complessità e la quantità di elementi che contiene, si era riusciti a collocare in una norma il processo né a descriverlo in modo puntuale.
Il Decreto poggia su sei principali capisaldi, che dovrebbero divenire patrimonio fondamentale di ogni amministrazione pubblica: la definizione degli obiettivi amministrativi, coerenti con gli obiettivi strategici dettati dalla politica; l’allocazione delle risorse idonee al raggiungimento degli obiettivi; il monitoraggio in itinere del processo; la valutazione dell’organizzazione e delle performance individuali; l’implementazione dei sistemi premiali; la  rendicontazione e la trasparenza. 
Sas, azienda indipendenti di  software e servizi di Business Analytics, pensa di essere in grado di rispondere a queste esigenze con l’utilizzo di soluzioni tecnologiche in grado di applicare strumenti statistico-analitici a differenti tipologie di analisi: sistemi che vanno oltre la semplice analisi a consuntivo o di reporting, ma che supportano l’utente nella pianificazione e nelle scelte organizzative della struttura.
Mario Dal Co, Consigliere del Ministro per la Pubblica Amministrazione e l’Innovazione, ha ricordato come il Ministro Brunetta abbia più volte annunciato l’intenzione di aumentare l’efficienza della pubblica amministrazione del 50%, come obiettivo di legislatura, e di raggiungere questo obiettivo non con grandi investimenti, ma lavorando sull’organizzazione interna e sull’innovazione gestionale. Occorre invece individuare i veri fattori di crisi e si interviene su quelli. 
“Per troppo tempo – ha concluso Dal Co – abbiamo speso energie preziose per avere motori efficientissimi, in grado di far fronte a migliaia di variabili possibili dimenticando che un motore ha bisogno di un volante da affidare ad un conducente e una frizione, in grado di trasferire il movimento alle ruote. Con la sua riforma e il relativo Decreto il Ministro Brunetta ha voluto puntare proprio su quegli elementi in grado di cambiare l’approccio stesso alla gestione dell’ente e di trasmettere il cambiamento ai dirigenti e ai lavoratori del pubblico impiego”.
Pubblicato il: 23/06/2009

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce