Logo ImpresaCity.it

Simpana 8 per la gestione dei dati

La nuova versione del software di CommVault include nativamente un tool di deduplicazione, migliora l'operatività e le prestazioni, estende la gestione delle informazioni permette di ridurre i costi di data management. È frutto di 18 mesi di sviluppo e porta con sé oltre 300 miglioramenti e 140 nuove funzionalità.

Redazione PMI

La nuova versione di Simpana conferma l'impegno di CommVault a fornire soluzioni per la protezione, il backup e il ripristino dei dati, oltre a funzioni di gestione delle informazioni che supportino le aziende a far fronte alle sfide di business e a trasformare le loro organizzazioni.
In particolare, la nuova versione integra miglioramenti nelle funzioni di gestione della recovery, riduzione dei dati, protezione degli ambienti virtuali e organizzazione del contenuto, che permettono di gestire in modo più facile ed efficiente grandi quantità di dati, crescere gradualmente a supporto di realtà sempre più globali e distribuite e implementare strategie di riduzione dei costi.
Tutto ciò è favorito da nuove funzionalità di gestione dei dati mediante snapshot, di deduplicazione dei dati stessi, di protezione di desktop e laptop, di gestione dei dati nelle sedi remote e di funzionalità di gestione delle copie.
Costruita su una piattaforma unificata, Simpana 8 è in grado di rispondere a molte delle necessità aziendali legate alla gestione di ricerca e recupero delle informazioni, eliminando il bisogno di numerose soluzioni puntuali. Gli utenti possono accedere ad un maggior numero di dati, semplificarne la gestione, velocizzarne il ripristino e migliorare le performance, con una riduzione dei costi di gestione che può arrivare fino al 40 per cento.
Simpana 8 include nativamente la deduplicazione e offre un approccio unificato alla deduplicazione che riguarda tutti i livelli storage, sia su disco che su nastro. A differenza delle soluzioni basate su appliance, che limitano i benefici della deduplicazione ai confini dell'hardware, l'approccio di CommVault permette di estendere i vantaggi della deduplicazione a tutte le copie di backup e archivio presenti in azienda, permettendo così di raggiungere scalabilità e migliori prestazioni per l'intera infrastruttura di gestione dei dati.
Il software Simpana conserva automaticamente lo stato di compressione dei dati deduplicati, man mano che questi vengono migrati verso storage a minor costo per una loro conservazione più lunga nel tempo.
Nel momento in cui i clienti cercano di gestire meglio grandi quantità di dati e di implementare strategie di riduzione dei costi, quali consolidamento e virtualizzazione, Simpana 8 introduce nuove funzionalità di protezione e ripristino, che sono ottimizzate per sistemi mission-critical, aiutano a ridurre la complessità dell'infrastruttura e gestiscono al meglio la crescita dei dati. Tra queste rientrano: funzionalità di ripristino ottimizzate per informazioni business-critical distribuite; funzionalità di protezione basate su snapshot eliminano la necessità di finestre di backup; gestione semplificata di ambienti virtuali A queste vanno ad aggiungersi nuove funzionalità di organizzazione che ottimizzano la classificazione di contenuti nuovi ed esistenti per attività di data retention, compliance ed eDiscovery.
Per favorire una gestione più semplice degli acquisti e delle licenze molte delle nuove caratteristiche di Simpana 8 sono disponibili in bundle, in modo che configurazione e acquisto siano semplici.
Un'unica chiave elettronica universale permette agli utenti di centralizzare la gestione delle licenze e di distribuire gli agenti per l'intera azienda usando un'unica interfaccia centrale.
Il nuovo servizio di Autoupdate di Commvault aiuta a eliminare impegnativi task di installazione, consentendo agli utenti di installare automaticamente service pack e aggiornamenti completi. 
Pubblicato il: 28/01/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud