Logo ImpresaCity.it

Assintel: l'occupazione IT a +6% nel 2008

Dall’indagine retributiva Assintel 2008 emerge che il turnover rimane alto per le aziende IT; la presenza femminile tende a crescere.

Autore: Redazione PMI

Dall'Indagine Retributiva Assintel 2008 emerge che il  turnover rimane alto per le aziende IT;  la presenza femminile tende a crescere
La crisi sta per arrivare ma nel 2008 il settore IT sta ancora godendo di una discreta salute con una crescita del +6% della forza lavoro, superiore rispetto al dato 2007 (+4,3%) all'interno di una dinamica di turnover in crescita.
È questo uno dei dati salienti dell'Indagine Retributiva Assintel 2008, presentata oggi, articolata su due differenti dimensioni: da una parte la gestione delle risorse umane e le politiche retributive nelle aziende IT, elaborata da IDC su un campione aggiornato a ottobre 2008, e dall'altra le retribuzioni dei profili IT nell'intero mercato, elaborate da OD&M.
Le aree Human Resources e Commerciale e gli impiegati dell'area Ricerca & Sviluppo sono le meglio retribuite mentre sono gli operatori delle aree Help Desk/Assistenza a percepire le retribuzioni più basse.
Assintel nel presentare questa edizione dell'Indagine Retributiva ha sottolineato che è sua intenzione procedere  con la costituzione di un Osservatorio permanente sulle figure professionali IT. "Assintel con questo Osservatorio - ha dichiarato Giorgio Rapari, presidente di Assintel, vuole dare un'accelerazione alla definizione di standard qualitativi e retributivi che siano punto di riferimento certo per il mercato, tanto per l'offerta quanto per la domanda di Information Technology".
Dall'indagine Assintel/IDC sulle  le risorse umane nelle aziende IT, condotta nel periodo settembre/ottobre 2008, su un campione di  240  aziende IT, per un totale di 19.000 addetti di dui (5400 donne), dei quali il 93% lavoratori dipendenti, risulta che:
- la crescita occupazionale all'interno del campione è stata del +6%, (+4,3% rispetto al 2007) e legata a un forte turnover.
-  è crescuta la presenza femminile (+8% rispetto al 4% del 2007), che costituisce il 29% degli addetti.
- il 76% delle aziende adotta il contratto di lavoro del Terziario, con valori retributivi più elevati rispetto al contratto metalmeccanico e a quello delle comunicazioni.
Secondo IDC questi numeri esprimono il dinamismo del settore ICT in Italia, che nonostante  i tassi di sviluppo non sostenuti  e la congiuntura spingano verso atteggimenti  conservativi per il breve periodo, continua ad avere dinamiche tecnologiche e competitive che lo rendono vivace.
Per quanto concerne le retribuzioni i Dirigenti della aziende IT hanno in media 46 anni, con una retribuzione media annua lorda di 83.385 euro.
Per i Quadri l'età scende a 41 anni, con un reddito di 50.120 euro.
L'età media degli impiegati è di 35 anni, con un reddito di 27.948 euro, mentre i lavoratori atipici hanno in media 34 anni e sono retribuiti 23.834 euro.
Il divario tra i due sessi continua a essere forte. Le donne guadagnano meno degli uomini:  64.906 euro per i dirigenti, 46.943 euro per i quadri e 26.402 euro per gli impiegati. Percepiscono uno stipendio superiore i Dirigenti del Personale (92.986 euro) e delle Vendite (79.781 euro) mentre per i quadri le aree più premiate sono quella Commerciale (53.748 euro) e di Marketing/Comunicazione (50.447 euro).
Stesso trend per gli Impiegati (30.651 euro per l'area Commerciale/Vendite), con una dinamica per cui il livello più alto si distacca in modo sensibile da quelli subito inferiori.  In coda l'area Amministrazione/Finanza.
Nell'area tecnica per i livelli dirigenziali, le retribuzioni più elevate sono quelle dei profili con responsabilità di Project management (80.930 euro), mentre il valore medio più basso è quello del dipartimento IT interno (67.730 euro).A livello impiegatizio le retribuzioni sono più alte nella Ricerca & Sviluppo (30.605 euro), funzione chiave per il settore ICT, mentre fa da fanalino di coda l'area assistenza/help desk. 
"In un periodo di difficoltà economica generalizzata le imprese stanno ponendo una significativa attenzione alle dinamiche retributive senza cogliere tuttavia a pieno le opportunità legate all'Innovazione" - ha commentato Mario Vavassori, Amministratore Delegato di OD&M Consulting. "Oggi l'Information Technology è una delle aree funzionali che registra i compensi più bassi, in particolar modo nelle stesse aziende IT."
Assintel ritiene che la sfida che il nostro sistema deve raccogliere al più presto sia l'Innovazione come leva strategica per il mercato. La strada da seguire passa dalla formazione continua, unita a una certificazione standard dei profili IT e a tariffe professionali di riferimento per porre le basi corretto e costruttivo rapporto fra domanda e offerta, per lo sviluppo virtuoso del sistema nel suo complesso.  
Pubblicato il: 25/11/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza