Logo ImpresaCity.it

L'intelligence di scena al Sas Forum Italia 2008

Nella due giorni milanese Sas ha toccato temi quali la Business Intelligence analitica, la centralità del cliente, le evoluzione dei mercati. Il tutto per individuare nuove opportunità in un mercato ricco di variabili ancora da interpretare.

Redazione PMI

L'innovazione al centro della terza edizione del SAS Forum Italia 2008, tenutosi la scorsa settimana a Milano. Lo slogan dell'appuntamento che pone al centro la Business Intelligence analitica e predittiva e ne analizza l'importanza all'interno dell'organizzazione aziendale è stato appunto "Innovare per anticipare il cambiamento".
La sostenibilità è stato il tema portante  dell'edizione 2008, introdotta nel convegno di apertura, da Mikael Hagström, Executive Vice President, EMEA and Asia Pacific di SAS che ha dichiarato: "le aziende clienti ci chiedono di supportarle nella crescita del business, nel rispetto delle generazioni future. Responsabilità sociale, ambientale ed economica sono le nuove linee guida, che SAS trasforma in opportunità attraverso la soluzione, da poco rilasciata, Sas Sustainability Management, dedicata a indirizzare le problematiche della sostenibilità, in conformità con le linee guida della Global Reporting Iniziative, lo standard in tema di redazione dei bilanci di sostenibilità".
Questa nuova attenzione verso il "green", si affianca all'elemento caratterizzante l'offerta societaria sempre incentrato sulla centralità del cliente.
Alla sessione plenaria di apertura ha preso parte il guru-consulente internazionale Jonas Ridderstråle, autore di "Funky Business Forever, e adesso godetevi il capitalismo" che ha delineato una nuova prospettiva per il futuro del mercato: "L'economia mondiale è diventata un grande laboratorio, nel quale tutti sperimentano nuove strategie. Se pensiamo alle mille nuove variabili, scopriamo un mondo composto da cittadini e utenti in costante mobilità; una de-regolamentazione di approcci e organizzazioni; una polarizzazione tra grandi player del mercato e persone che fanno più lavori". Come muoversi in quest'ambito? "Imparando a conoscere e capire il contesto, ha sostenuto Ridderstråle, cercando di prevedere il futuro. Il manager dovrà dunque non solo possedere gli strumenti per codificare la realtà ma associare alla abituale competenza intellettuale anche quella psicologica". 
Una tavola rotonda è stata poi l'occasione per condividere esperienze di gestione delle informazioni, qualità del dato, prospettive dei Sistemi Informativi con i rappresentanti dei diversi mercati. Denominatore comune dei diversi itnerventi, la consapevolezza che un momento di forte cambiamento si possa governare a livello aziendale migliorando le performance e ottimizzando i processi con la Business Intelligence analitica, e attingendo alle potenzialità delle persone e alla capacità di tracciare nuovi scenari da parte dei manager più illuminati.  
Pubblicato il: 27/10/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud