Logo ImpresaCity.it

Occhi puntati su Oracle OpenWorld 2011

Alla platea del più importante evento annuale di Oracle, Larry Ellison ribadisce la strategicità dell'acquisizione di Sun Microsystems al fine di offrire alle aziende uno stack integrato di software, hardware e sistemi ingegnerizzati per il business. Più veloci e performanti perché lavorano in parallelo. Tra le novità del primo giorno il sistema ingegnerizzato per analytics ad alte prestazioni.

Autore: Redazione ImpresaCity

Oracle+ Sun Microsystems, software + hardware - e tutto ciò che che gira intorno - progettati per lavorare insieme, in sintonia e per dare il meglio proprio perché combinati e costruiti al fine di ottimizzare il business "from end to end".
occhi-puntati-su-oracle-openworld-2011-1.jpgE' da questa combinazione ‘ideale' che è partito Larry Ellison, ceo della società, in apertura dell'edizione 2011 di Oracle OpenWorld, l'evento annuale che ogni anno catalizza l'attenzione di sviluppatori, partner e clienti giunti da tutto il mondo per conoscere le principali novità di strategia e di prodotto della società. Parte da lì,  per ribadire, una volta di più, la bontà dell'acquisizione e per  mettere a tacere chi  voleva il fallimento dell'operazione.
Quella di oggi è una Oracle che si sente più forte del passato, grazie all'offerta congiunta in cui le componenti infrastrutturali e applicative  si completano in un unico stack integrato per rispondere ai nuovi paradigmi tecnologici e di business. Sistemi che corrono più veloci, performano di più (e si dice anche a costi più bassi)  di altri sistemi concorrenti (il riferimento a Ibm è d'obbligo) perché lavorano in parallelo. E questa la chiave di volta, la parola magica dell'edizione 2011: "The power of parallel-everywhere architecture". 
Tra i primi annunci di Oracle Openworld, in cui la combinazione hardware e software si esprime al meglio, vi è Oracle Exalytics Business Intelligence Machine, un sistema hardware e software in-memory ingegnerizzato per rendere più veloci le analytics, fornire un'analisi visiva dei dati in tempo reale e rendere possibili nuove tipologie di applicazioni analitiche. Non solo infrastrutture integrate e veloci, ma in grado di offrire prestazioni migliori. E' sulle performance che viene posto l'accento.
L'obiettivo di Oracle con il nuovo sistema Exalytics è quello di consentire alle aziende clienti di prendere decisioni più velocemente in un contesto di business rapido, ampliando l'utilizzo della Business Intelligence grazie all'introduzione di modalità di visualizzazione interattive che rendono capace di analisi ogni singolo utente. Una sorta di Business Intelligence oltre il reporting e i cruscotti per modellare, pianificare fare previsioni e analisi predittive.
E a ulteriore dimostrazione del proprio impegno nell'offerta di sistemi software e hardware integrati e ingegnerizzati, Oracle ha annunciato l'ottimizzazione completa delle applicazioni Oracle per Oracle Exadata Machine e Oracle Exalogic Elastic Cloud. Il potenziamento dell'integrazione offre un beneficio di business ai clienti, consentendo alle applicazioni Oracle di trarre vantaggio dalle elevate performance, dall'affidabilità e dalla scalabilità di Oracle Exadata e Oracle Exalogic Elastic Cloud.
E per rispondere al trend emergente della gestione e del trattamento dei Big Data (grandi volumi di dati) Oracle presenta una nuova appliance.
Si tratta appunto di Oracle Big Data Appliance, per aiutare i clienti a integrare e massimizzare il valore di Big Data, Weblogs, social media feeds, smart meters, e altri apparecchi che generano grandi volumi di dati oggi non facilmente accessibili nei magazzini di dati aziendali e applicazioni di Business Intelligence.
Sono solo un assaggio delle numerose novità presentante il primo giorno della manifestazione in corso a San Francisco (2-6  ottobre).  
Pubblicato il: 04/10/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni