Logo ImpresaCity.it

Citrix XenDesktop 4, la seconda generazione della virtualizzazione desktop

Un prodotto per il delivery di qualsiasi desktop virtuale da un'unica soluzione integrata che o vanta più di 70 nuove funzioni. "Il 2010 sarà un anno importantissimo per la virtualizzazione desktop che inaugurerà una nuova era destinata a rivoluzionare il modo in cui lavoriamo, viviamo e giochiamo. E la rivoluzione inizia qui, oggi - e inizia con il nuovo XenDesktop", ha dichiarato Mark Templeton, Presidente e Ceo di Citrix Systems nel presentare il prodotto.

Autore: Redazione ImpresaCity

"Il 2010 sarà un anno importantissimo per la virtualizzazione desktop che inaugurerà una nuova era destinata a rivoluzionare il modo in cui lavoriamo, viviamo e giochiamo", ha dichiarato Mark Templeton, Presidente e Ceo di Citrix Systems. "Venticinque anni fa il personal computer ha ribaltato il mondo di allora migliorando radicalmente la produttività e la comunicazione degli individui. Quel mondo sta per cambiare un'altra volta. Le persone oggi hanno bisogno di lavorare secondo modalità del tutto nuove con la potenza della connettività di Internet, l'esplosione di nuovi dispositivi e le promesse illimitate del Web. E tutto questo senza essere confinate nei soliti desktop vincolati a un ufficio, un dispositivo o una rete. La virtualizzazione desktop ha la capacità di rendere possibile tutto questo. La rivoluzione inizia qui, oggi - e inizia con il nuovo XenDesktop".
Parole di Presidente per annunciare il lancio XenDesktop 4
, con il quale Citrix vuole mettere centinaia di milioni di utenti aziendali nella condizione di lavorare con i desktop virtuali. XenDesktop 4, infatti, con la sua nuova tecnologia di delivery FlexCast supporta i principali modelli di virtualizzazione desktop all'interno di un'unica soluzione integrata: una rivoluzione, sostiene Citrix, che permette di migliorare il Roi, semplificare la gestione ed estendere i vantaggi della virtualizzazione a qualsiasi utente aziendale
XenDesktop 4 rende più semplice il desktop computing, mediante l’integrazione delle funzionalità di Citrix XenApp per consentire ai clienti di distribuire applicazioni on-demand su desktop fisici o virtuali nell'ambito di una strategia desktop complessiva.
In totale XenDesktop 4 vanta più di 70 nuove funzioni che ne migliorano le caratteristiche di prestazioni, sicurezza e prontezza per le grandi installazioni in ambito enterprise.
Le novità più importanti sono quelle che riguardano la tecnologia ad alta definizione Hdx. I miglioramenti apportati a Hdx in XenDesktop 4 riguardano i contenuti multimediali, la collaborazione in tempo reale, le periferiche USB e la grafica 3D per favorire la collaborazione in tempo reale tra team separati. 

Un nuovo concetto di desktop

Attraverso la distribuzione di desktop verso qualsiasi dispositivo sotto forma di servizio on-demand, XenDesktop 4 semplifica il mondo del desktop computing. Per “attivare” nuovi dipendenti bastano pochi minuti, così come si possono aprire nuove filiali possono in una frazione del tempo prima necessario egli spostamenti, i cambiamenti o le aggiunte di personale vengono semplificate.
La combinazione di una gestione centrale con l’indipendenza dal dispositivo permette ai dipendenti delle aziende di acquistare e utilizzare il proprio laptop invece di riccorre all’uso di un PC standard acquistato e gestito dal dipartimento IT. Tutto ciò significa che con XenDesktop 4 gli utenti finali non sono più vincolati a uno specifico dispositivo: possono infatti adoperare qualsiasi PC, Mac, thin client, laptop o notebook desiderato ottenendo accesso istantaneo e sicuro al proprio desktop Windows di lavoro e a tutto quello che esso comprende. 
[titFlexCast, il cuore tecnologico]
Fulcro di XenDesktop 4 è la sua nuova tecnologia di delivery FlexCast, che offre la flessibilità necessaria per poter distribuire ogni tipo di desktop virtuale a qualsiasi utente e su qualunque dispositivo - e modificare questo mix in qualsiasi momento.
FlexCast consente di utilizzare qualunque combinazione delle seguenti tecnologie per desktop virtuali orchestrandole da un'unica soluzione gestita centralmente:
- Per coloro che condividono un insieme di applicazioni similare, il modello che spinge Citrix è quello di un desktop virtuale condiviso basato su server (è possibile supportare fino a 500 utenti su un unico server), che fornisce a ciascun utente un desktop standardizzato e non modificabile particolarmente adatto alle attività nelle quali la customizzazione effettuata dall'utente stesso non è necessaria né desiderata.
- Per coloro che richiedono desktop maggiormente personalizzati, il modello basato su VM hosted, noto come Vdi (Virtual Desktop Infrastructure), fa girare il desktop di ciascun utente in una virtual machine dedicata, combinando i vantaggi della gestione centralizzata con la libertà di personalizzazione da parte dell'utente e può supportare 60-70 desktop per server.
- Per gli utenti esperti che utilizzano  applicazioni professionali high-end, un'opzione interessante secondo Citrix può essere anche quella di PC blade all'interno del datacenter; approccio che offre offre i vantaggi della centralizzazione ma garantisce potenza di calcolo dedicata per ciascun utente supportando un unico desktop per server.
- XenDesktop 4 supporta una serie di opzioni client-side come la capacità di effettuare lo streaming dei desktop sui dispositivi di ogni utente in modo che possano girare in locale pur mantenendo la centralità della gestione di sistema operativo, applicazioni e dati. Si tratta di un metodo facile ed economico per approcciare la virtualizzazione desktop facendo leva sulle risorse PC già disponibili e mantenendo al minimo l'appesantimento del datacenter.
- Un’opzione altrettanto semplice è quella di distribuire applicazioni virtuali su un PC dotato di un sistema operativo installato in modo tradizionale.
Centralizzando le applicazioni e distribuendole come servizio on-demand sui desktop esistenti, l’opzione offre vantaggi di Roi e gestione di un desktop virtualizzato a fronte però di costi di setup minimi.
XenDesktop 4 è anche progettato per supportare soluzioni di terze parti come Microsoft System Center, offrendo ai clienti un metodo semplice per gestire desktop e applicazioni di tipo sia fisico che virtuale da una piattaforma di amministrazione comune.
XenDesktop supporta le principali piattaforme server di virtualizzazione come Citrix XenServer, Microsoft Windows Server Hyper-V, e VMware ESX e vSphere.
XenDesktop 4 sarà disponibile commercialmente a partire dal 16 novembre 2009 con un modello di licenze per utente che consente a ciascun utilizzatore finale di adoperare un numero illimitato di dispositivi connessi od offline senza alcun costo ulteriore.  
Pubblicato il: 06/10/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione