Logo ImpresaCity.it

Citrix, cloud e mobile di scena a Synergy Barcellona

A Citrix Synergy Barcellona il vendor mette a disposizione dei clienti le potenzialità necessarie per dire sì alla mobile enterprise.

Autore: Chiara Bernasconi

In occasione di Citrix Synergy in scena a Barcellona, Citrix ha rivelato la prossima fase della strategia concepita per attuare la mobile enterprise.
L'azienda mette a disposizione dei clienti di ogni dimensione le capacità per fare propri gli stili di lavoro mobile ispirati alla consumerizzazione, con un insieme di soluzioni che viene esteso costantemente per offrire ai dipendenti la libertà e la flessibilità che desiderano, senza rinunciare alla sicurezza e al controllo di cui le aziende necessitano.
Questi annunci consentono alle imprese grandi e piccole di abbracciare più facilmente il concetto di mobile, permettendo ai dipendenti di interagire in sicurezza con una combinazione qualsiasi di dati, app e dispositivi, facendo convergere tutti gli elementi in un'esperienza utente integrata e senza problemi.
Il punto di partenza della strategia di mobile enterprise  di Citrix si fonda su Citrix Receiver. Disponibile gratuitamente negli app store rivolti al mercato consumer, Citrix Receiver offre ai dipendenti l'accesso self-service sicuro a tutte le app e tutti i dati necessari per lavorare con qualsiasi dispositivo, attraverso un'esperienza utente concepita in funzione del dispositivo in uso.
Citrix Receiver supporta attualmente oltre tre miliardi di dispositivi, incluse le principali piattaforme per tablet, smartphone, laptop, Mac e PC, ed è previsto il supporto per i nuovi tablet e laptop Windows 8 non appena saranno disponibili sul mercato.            
Per estendere ulteriormente il supporto dei nuovi dispositivi di tipo consumer, Citrix ha inoltre annunciato una nuova versione di Citrix XenClient che offre desktop virtuali per i nuovi Ultrabook leggeri destinati a trasformare questo segmento di mercato.
XenClient per Ultrabook usa un hypervisor client eseguito direttamente sul laptop, ma connesso al data center aziendale per le attività di sincronizzazione e gestione centralizzate.
Non appena si riconnettono, le eventuali modifiche vengono sincronizzate automaticamente con un'immagine centrale residente nel data center. Questo approccio innovativo estende tutti i vantaggi dell'architettura VDI ai utenti di tipo mobile, senza compromessi a livello di prestazioni o sicurezza. L'abbinamento di Citrix Receiver e XenClient offre un punto di partenza perfetto per le aziende che desiderano mettere a disposizione dei dipendenti programmi Byod in modo sicuro, facile e collaudato.
Mentre i dispositivi consumer vengono adottati dalla forza lavoro in quantità record, una delle prime sfide che la maggior parte delle aziende deve affrontare riguarda la gestione del problema dei dati risultanti.
Sempre più utenti finali desiderano usare dispositivi mobili personali per accedere ai documenti di lavoro da una gamma diversificata di laptop, tablet e smartphone.
Citrix ha inoltre annunciato la disponibilità immediata di Citrix ShareFile con StorageZones. Questa soluzione mette a disposizione dell'IT la capacità di scegliere la posizione in cui archiviare i dati aziendali, inclusi propri data center sicuri, disponibili on-premise.
Poiché ShareFile supporta la sicurezza enterprise su lato client, i dati aziendali a cui accedono i dispositivi personali sono crittografati e possono essere cancellati in remoto dall'azienda in qualsiasi momento se il dipendente lascia la società o se il dispositivo viene perso o rubato. Questo approccio mette a disposizione degli utenti veri servizi di tipo “follow-me data” attraverso tutti i dispositivi personali e aziendali, consentendo nel contempo all'azienda di soddisfare i più rigidi requisiti di sicurezza, indipendenza dei dati e conformità.
La nuova soluzione ShareFile StorageZones è già disponibile come software in download e sarà presto disponibile come apparecchiatura StorageZones Mpx basata su Citrix NetScaler che integra in maniera trasparente tutte le funzionalità di networking e sicurezza necessarie per l'implementazione locale di StorageZones in un'unica soluzione all-in-one.
Per valorizzare ulteriormente questa soluzione, Citrix ha annunciato nuovi StorageZone Connector per ShareFile che consentono ai clienti di connettere in modo sicuro un'istanza di ShareFile StorageZone ai dati presenti in sistemi di storage di rete esistenti. Questa capacità consente agli utenti di accedere con la massima sicurezza ai documenti di lavoro ovunque si trovino e con qualsiasi dispositivo tramite un'app ShareFile, indipendentemente dalla posizione in cui vengono effettivamente memorizzati i dati dietro le quinte.
Citrix ha inoltre annunciato i piani per il rilascio di ShareFile StorageZones per Microsoft Windows Azure nel 2013.
Questa integrazione consentirà ai clienti di ShareFile di sfruttare tutta la potenza del cloud Azure come estensione diretta e sicura della propria strategia di condivisione dati enterprise.
Citrix CloudGateway introduce un set di tecnologie di gestione per app mobili per una sicurezza e un controllo completi delle app iOS, Android e HTML 5 native.
La nuova release di CloudGateway include inoltre l'integrazione con la nuova suite di applicazioni mobili Me@Citrix annunciata a Citrix Synergy, offrendo ai clienti un unico metodo di controllo della distribuzione di app e dati ai dispositivi mobili.
L'integrazione con Citrix XenApp consente di offrire app Windows virtualizzate come servizio cloud per dispositivi mobili.
Grazie a queste novità CloudGateway offre ai clienti un singolo punto di controllo unificato per qualsiasi mix di app e dati mobili, Web, SaaS e Windows, destinati a qualsiasi mix di dispositivi personali e aziendali.
CloudGateway vanta inoltre una funzione storefront completa e unificata che rende più semplice mettere a disposizione dei dipendenti l'accesso self-service sicuro alle app necessarie tramite un'app intuitiva di tipo consumer.
Citrix ha inoltre rivelato la prossima fase della strategia messa in atto per assistere aziende e provider di servizi nella realizzazione di servizi cloud business-ready. Con l'avvento dell'era del mobile-cloud, tutte le aziende sono alla ricerca di strategie efficaci per sfruttare i vantaggi del cloud computing, senza pregiudicare gli attuali modelli aziendali.
Citrix Project Avalon, annunciato a maggio a Synergy San Francisco, è una nuova soluzione progettata per questo scopo.
Citrix ha annunciato che Project Avalon sarà rilasciato in due versioni, nome in codice Excalibur e Merlin.
La versione Excalibur, disponibile da questo trimestre come tech preview, includerà miglioramenti in termini di semplicità, scalabilità e servizi multimediali avanzati necessari per distribuire app e desktop Windows a milioni di nuovi dispositivi mobili in stile consumer.
Excalibur semplificherà notevolmente la gestione di app e desktop virtuali, offrendo ai clienti di Citrix XenApp e Citrix XenDesktop un'unica modalità unificata per progettare e distribuire qualsiasi mix di applicazioni e desktop virtuali da una console di gestione comune, rendendoli disponibili agli utenti finali con un mix qualsiasi di tecnologie di distribuzione virtuali.
Excalibur include inoltre il miglioramento più significativo nella storia dell'azienda apportato alla tecnologia Citrix HDX che offre un'esperienza con innovazioni che migliorano la qualità di video, grafica e contenuti multimediali per dispositivi mobili e la nuova tecnologia HDX EdgeSight per analisi e visibilità dei servizi in tempo reale per assicurare ai lavoratori mobili un'esperienza straordinaria.
La versione Merlin, disponibile come tech preview nella prima metà del prossimo anno, offrirà funzioni di orchestrazione di tipo cloud, self-service e flessibilità di implementazione per XenApp e XenDesktop mediante l'integrazione della tecnologia collaudata di prodotti come Citrix CloudPlatform e Cloud Portal.
I clienti saranno in grado di implementare rapidamente app e desktop Windows personalizzati in un cloud privato e flessibile, attraverso uno o più siti, e di utilizzare cloud pubblici in modalità “capacity on demand” per supportare le mutevoli esigenze aziendali. Rendendo possibile l'uso di Windows come un vero servizio cloud, Merlin facilita inoltre l'adozione graduale di nuovi aggiornamenti e funzionalità secondo le esigenze degli utenti, consentendo di combinare diverse versioni di Windows Server, XenDesktop e XenApp in un unico cloud ibrido che si estende a un insieme di ambienti cloud pubblici e privati. Creazione di nuovi cloud Il secondo elemento importante della strategia “Percorso verso il Cloud” di Citrix è focalizzato su come semplificare la creazione di veri cloud in stile Amazon da parte di clienti di qualsiasi dimensione.
Per accelerare la vasta adozione di un ambiente di cloud computing aperto e interoperabile, Citrix ha annunciato un nuovo e ampio supporto e una particolare attenzione per Citrix CloudPlatform, basata su Apache CloudStack che continua ad affermarsi nel mondo open source.
Con una community di oltre 30mila membri, CloudStack è diventato uno dei progetti in più rapida crescita e più attivi in ambito open source, di qualsiasi tipo, attualmente sul mercato. Anche CloudPlatform e CloudStack continuano a ottenere un crescente successo commerciale. I più importanti nuovi partner tecnologici e strategici annunciati a Citrix Synergy includono Alcatel-Lucent, CA Technologies, Cisco e NetApp. Anche alcune delle maggiori società di telecomunicazioni hanno annunciato l'intenzione di standardizzarsi su Citrix CloudPlatform come base per le loro offerte cloud di prossima generazione, tra cui BT, China Telecom, EVRY, IDC Frontier, KDDI, KT, NTT Communications e Slovak Telecom.
Ancora più importante è la continua e rapida adozione di CloudStack in implementazioni di successo presso clienti di tutto il mondo, sia aziende che provider di servizi.
Con oltre 500 nuovi cloud implementati ogni mese, oggi CloudStack è la piattaforma cloud open source più ampiamente distribuita.
Molti clienti hanno oltre 1.000 server in produzione e il più grande gestisce attualmente oltre 3mila server fisici e altri ne vengono aggiunti ogni mese.
Complessivamente questi clienti gestiscono un'ampia gamma di attività collaudate su CloudStack, avendo generato un reddito di oltre 1 miliardo di dollari in attività commerciali nel solo anno passato.
Il terzo elemento della strategia “Percorso verso il Cloud” di Citrix si concentra sull'assistenza alle aziende affinché possano connettere in modo semplice i propri data center e cloud privati ai servizi cloud esterni di terze parti. Il fulcro della strategia di Citrix in questa area è Citrix CloudBridge, una soluzione innovativa implementata nei data center aziendali per offrire la loro connessione sicura, trasparente e ad alte prestazioni con i cloud di terze parti.
Questo approccio consente ai clienti di sfruttare in tutta sicurezza la flessibile capacità self-service dei cloud pubblici come un'estensione diretta e sicura della gestione del data center esistente. In occasione di Synergy, Citrix ha annunciato due iniziative strategiche per CloudBridge.
Il nuovo Citrix CloudBridge per Amazon Web Services, disponibile a novembre, consentirà alle aziende di trasferire i carichi di lavoro di produzione in modo sicuro e trasparente tra i data center privati e il cloud Amazon.  Sarà possibile utilizzare CloudBridge come un servizio cloud di Amazon secondo un modello basato sull'uso, rendendo possibile la configurazione di progetti cloud a breve termine senza alcun investimento a livello di infrastruttura. Il prossimo Citrix CloudBridge per Microsoft Windows Azure estenderà questo stesso valore ai clienti del cloud Azure. CloudBridge per Azure sarà disponibile in versione tech preview a dicembre.
Citrix ha fornito una dimostrazione della prossima generazione di NetScaler SDX, la consolidata piattaforma di rete dell'azienda per l'erogazione di servizi. La piattaforma NetScaler SDX è stata introdotta lo scorso anno per consentire ai clienti di eseguire fino a 40 istanze virtuali di NetScaler su un'unica apparecchiatura hardware SDX multi-tenant con isolamento e indipendenza totali.
Ora Citrix apre la piattaforma NetScaler SDX per supportare anche i servizi di rete di terze parti. Per la prima volta i clienti potranno unire un'ampia gamma di servizi di rete L4-7 avanzati direttamente in un livello di controllo applicazione, allo scopo di introdurre l'intelligenza delle app nelle reti di trasporto esistenti e nelle soluzioni SDN emergenti.
Con la piattaforma NetScaler SDX di nuova generazione i clienti saranno inoltre in grado di applicare policy basate su app a livello dell'intera rete, consolidando nel contempo l'erogazione dei servizi di rete e automatizzandone l'implementazione.
Tra i partner che hanno annunciato il supporto per la nuova piattaforma NetScaler SDX vi sono Aruba Networks, BlueCat Networks, CSE SecureMatrix, Palo Alto Networks, RSA, Splunk, Trend Micro, Venafi e Websense. A completamento delle novità dell'azienda riguardanti il cloud networking, Citrix ha inoltre annunciato una nuova tecnologia di analisi UXI per Citrix ByteMobile, la piattaforma di ottimizzazione video e dati per gli operatori di rete mobile acquisita di recente dall'azienda.
Con l'avvento dell'era del mobile-cloud, gli operatori mobili devono confrontarsi con una crescita esplosiva del traffico di rete, favorita dalla combinazione di nuovi dispositivi per il mercato consumer, contenuti multimediali e video avanzati e l'alta velocità delle reti 3G, 4G e LTE.
La nuova tecnologia di analisi UXI per ByteMobile è in grado di rilevare le prestazioni dei dati mobili sulla rete di un operatore, fornendo una visione dettagliata dell'esperienza utente. Questi dati vengono quindi analizzati in tempo reale per generare un punteggio UXI (user experience index) specifico per ogni abbonato, consentendo al sistema ByteMobile di adattare le tecniche di ottimizzazione a livello di applicazione e contenuti, in modo da garantire la migliore esperienza possibile a ogni utente.
La nuova tecnologia UXI sarà offerta come licenza add-on agli oltre 130 operatori di rete mobile in 60 paesi, che oggi utlizzano Citrix ByteMobile per servire oltre 2 miliardi di abbonati in tutto il mondo.
Pubblicato il: 25/10/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni