Logo ImpresaCity.it

Disk storage, Ibm è la prima azienda in Italia

Un recente studio Idc vede Ibm in vetta al mercato italiano per quanto riguarda gli ambiti high end disk storage e entry disk storage. Buona posizione anche nelle aree low-end e lower mid-range.

Autore: Redazione ImpresaCity

Ibm è in vetta al mercato italiano del disk storage. Ad affermarlo è un recente studio di Idc, secondo il quale l'azienda nel 2010 ha proseguito la sua crescita in questo ambito affermandosi al primo posto per il secondo anno consecutivo nell'area dell'external disk storage (unità esterne connesse ai server) con il 26,3% di quota di mercato.
In particolare, Ibm ha confermato la leadership di mercato nel segmento high end disk storage (sistemi di valore superiore ai 250K$) con il 50,18% di quota grazie all'introduzione dei nuovi Ibm DS8800, disponibili dal mese di ottobre 2010, concepiti per supportare le applicazioni mission critical e per ridurre i consumi energetici e gli ingombri.
Per la prima volta Ibm risulta prima anche nel segmento entry disk storage (sistemi di valore fino a 10K$) con il 18,8% di quota grazie a una crescita più che doppia del fatturato dei sistemi DS3500 nel 2010.  
Nel 2010 Ibm ha mantenuto una buona posizione nell'area low-end disk storage (10K$-50K$) e lower mid-range disk storage (50k$-150K$), ambito nel quale l'azienda ha appena lanciato il nuovo Storwize V7000.  
Questi dati confermano la strategia e i continui investimenti di IBM nello Storage, strategia che l'azienda stessa sintetizza in questi punti:    
- Portare le tecnologie e le funzionalità nate per il mondo enterprise ad uso e consumo delle piccole e medie imprese: ne è un esempio il nuovo sistema IBM Storwize V7000 e la relativa proposta integrata di hardware, software e servizi Storwize Rapid Application Storage che consente una elevata sinergia tra il sistema storage e le varie applicazioni di business che lo utilizzano.  
- Continuare a rendere disponibili soluzioni per la virtualizzazione dello storage: consentono  riduzioni nel costo di gestione, un utilizzo ottimale delle risorse ed un veloce adeguamento della infrastruttura IT alle esigenze di business. Per esempio il sistema IBM XIV, che offre una estrema facilità di gestione grazie alla architettura interna di tipo grid, è in grado di raggiungere livelli di efficienza senza precedenti e si integra perfettamente con le ultime versioni degli ambienti virtualizzati VMware.  
- Offrire soluzioni per la riduzione automatica della capacità storage installata: alle soluzioni di deduplica dati IBM ProtecTier - ideali per rendere più efficienti i dispositivi storage secondari utilizzati nei processi di back-up e di restore - si sono affiancate soluzioni di compressione dei dati attivi in tempo reale IBM Real-time Compression Appliance che ottimizzano anche la capacità di memoria degli storage primari.  
- Rendere disponibili soluzioni per la gestione automatica di una infrastruttura storage multi-livello per posizionare dinamicamente i dati sul dispositivo che meglio soddisfa i requisiti di prezzo/prestazioni. Per esempio la tecnologia IBM Easy Tier ottimizza in modo automatico l'utilizzo dei dispostivi solid state ed è oggi disponibile nei sistemi storage DS8000 e nei sistemi IBM Storwize V7000.
Pubblicato il: 18/04/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni