Logo ImpresaCity.it

Crack Parmalat, Calisto Tanzi condannato a 18 anni

L'ex patron di Parmalat condannato a 18 anni di reclusione per il crack del gruppo. Pene severe anche per il fratello Giovanni e per Fausto Tonna. Ma è già in vista l'appello.

Autore: Redazione ImpresaCity

Calisto Tanzi dovrà scontare 18 anni di reclusione. Si è chiuso ieri, presso il tribunale di Parma, il processo per il crack Parmalat.
Il reato contestato in questa sede è quello di bancarotta fraudolenta, mentre nello scorso mese di maggio Tanzi era stato condannato in appello a 10 anni di carcere per aggiotaggio e ostacolo agli organi di vigilanza (ma era rimasto libero in attesa del ricorso in Cassazione).
Insieme a lui sono stati condannati il fratello Giovanni Tanzi (dovrà scontare una pena di 10 anni) e Fausto Tonna (14 anni). Ma non solo: su 17 imputati sono state emesse ben 15 condanne.
Soddisfatto il team di legali di Gerardo Laguardia, procuratore capo di Parma, che subito dopo la sentenza ha commentato: "È stato riconosciuto il nostro impianto accusatorio. Possiamo ritenerci soddisfatti".
L'ex patron di Collecchio non era presente in aula, ma avrebbe commentato telefonicamente di non aspettarsi una "sentenza così severa": il suo avvocato Fabio Belloni ha confermato la sua impressione parlando di "una pena troppo dura" e annunciando l'intenzione di ricorrere in appello.
Secondo quanto disposto dal tribunale, a Parmalat, costituitasi parte civile, spetta il diritto a una provvisionale: il risarcimento del danno fino a 2 miliardi di euro.
Pubblicato il: 10/12/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione