Logo ImpresaCity.it

Smau 2010, premiate le eccellenze italiane dell'innovazione

Oltre la crisi: l'Italia che innova. Sul podio 19 tra imprese e pubbliche amministrazioni selezionate tra oltre 200 casi di innovazione di successo.

Autore: Redazione ImpresaCity

I riflettori che si sono accesi oggi su Smau Milano, prima tappa del tour di Smau per l'Italia nel 2011, servono innanzitutto a fare luce su un fattore.
In Italia, nonostante il difficile contesto del mercato che risente della crisi internazionale, ci sono molti casi di eccellenza tra le imprese e le pubbliche amministrazioni che dimostrano, con i fatti, come la ricetta vincente che riesce a fare la differenza sia una sola: l'innovazione.
Smau è andato a cercare questi casi di successo, ai quali è stato assegnato il Premio Innovazione ICT con una cerimonia svoltasi durante l'inaugurazione per evidenziare due aspetti: essere da un lato un riconoscimento al merito e, dall'altro, fornire quella visibilità utile e necessaria affinché queste imprese e queste pubbliche amministrazioni possano essere d'esempio all'intero sistema-paese.
I vincitori sono 19, selezionati tra oltre 200 casi di successo arrivati in finale, provenienti da tutta Italia.
Il convegno inaugurale, a cui sono giunti i saluti del Ministro dello Sviluppo Economico Paolo Romani, è stato aperto dall'Amministratore Delegato di Smau Pierantonio Macola e moderato dal Presidente School of Management Politecnico di Milano Umberto Bertelè.
smau-2010-premiate-le-eccellenze-italiane-dell-inn-2.jpg Sono intervenuti il Presidente della Regione Lombardia Roberto Formigoni, il vicepresidente della Regione Lombardia e Assessore all'Industria, Artigianato, Edilizia e Cooperazione Andrea Gibelli, l'Amministratore Delegato di Fiera Milano Enrico Pazzali, il Coordinatore degli Osservatori ICT & Management della School of Management del Politecnico di Milano Andrea Rangone, l'Amministratore Delegato Cisco Italia e VP Cisco Corporate David Bevilacqua, il Presidente e Amministratore Delegato IBM Italia Nicola Ciniero, l'Amministratore Delegato di Olivetti Patrizia Grieco, l'Amministratore Delegato Microsoft Italia Pietro Scott Jovane, l'Amministratore Delegato Oracle Italia Sergio Rossi e l'Amministratore Delegato di SAP Italia Agostino Santoni.
"Quest'anno Smau", sottolinea l'Amministratore Delegato Pierantonio Macola, "ha deciso di fare del Premio Innovazione ICT il cuore del suo evento inaugurale: in questo modo i riflettori si accendono sui veri protagonisti dell'innovazione, ovvero su quelle aziende dei più svariati settori e quelle pubbliche amministrazioni di tutta Italia che grazie ad investimenti in progetti tecnologici hanno vinto la loro sfida con il mercato.
Il nostro Paese è spesso fanalino di coda europeo in termini di spesa delle imprese in tecnologie digitali. E sappiamo bene quanto forte sia la correlazione diretta tra la spesa IT e l'aumento del PIL. Queste realtà sono l'esempio che esiste una via italiana all'innovazione, misurabile nei fatti e nell'esperienza.
Eppure possiamo e dobbiamo ancora crescere: da questi esempi di  successo bisogna prendere spunto per innescare un cambiamento culturale, che coinvolga il mondo delle imprese, ma anche la classe politica e i fornitori di tecnologie. L'industria dell'IT vive oggi un nuovo boom, basti pensare al cloud computing, i nuovi dispositivi portatili, all'evoluzione del web 2.0: è un treno che l'economia italiana non può perdere".
smau-2010-premiate-le-eccellenze-italiane-dell-inn-1.jpgLa 47esima Esposizione Internazionale di Information & Communication Technology prosegue nelle giornate di giovedì 21 e venerdì 22 ottobre, dalle 9.30 alle 18.30, presso i padiglioni 3 e 4 di Fieramilanocity.
Sono attesi 50.000 visitatori per un'edizione che è cresciuta sia nell'area espositiva (+35%) sia nel numero degli espositori (+30%) con il ritorno di grandi player del comparto e un parterre al vertice dell'IT che conta su Adobe, Canon, Cisco, Dell, Epson, Fastweb, Fujitsu, Google Enterprise, Hp, Ibm, Intel, Intesa Sanpaolo, Microsoft, Olivetti, Oracle, Samsung, Sap, Sony, Toshiba, Unicredit e molti altri.
Grazie alla sinergia tra Smau e tutti i partecipanti sia all'evento sia al lavoro che quotidianamente viene svolto durante l'anno, è stato possibile creare una piattaforma unica nel suo genere: tre giorni di incontri tra aziende fornitrici di soluzioni tecnologiche e mondo delle imprese e delle pubbliche amministrazioni, attraverso un calendario di momenti formativi e informativi (oltre 300 workshop e 600 relatori) ed eventi di alto livello, tra cui premi, arene e laboratori. Un piattaforma che è anche una vetrina senza divisioni, dove il visitatore può toccare con mano oltre 100 novità di prodotto che rappresentano le migliori soluzioni dell'industria ICT.
Il calendario di Smau Business Roadshow 2011 parte da Bari (9-10 febbraio) per toccare poi Roma (23-24 marzo), Padova (4-5 maggio) e Bologna (8-9 giugno). Già note anche le date di Smau 2011 a Milano: 19-21 ottobre.
"Milano", secondo Pierantonio Macola, "sarà ancora una volta per tre giorni il centro nevralgico dell'innovazione italiana, ma subito dopo Smau tornerà a girare per i più importanti centri italiani"

[tit:Le dichiarazioni]
Paolo Romani, Ministro dello Sviluppo Economico
Considero Smau un appuntamento importantissimo per il nostro Paese, che deve puntare sempre più sull'innovazione per tornare a crescere dopo la crisi, offrendo ai nostri giovani nuove opportunità di impiego. Anche l'ICT ha risentito delle difficoltà della crisi, ma sono fiducioso, come affermano tutti gli organismi internazionali, che il peggio sia ormai alle nostre spalle e che ora dobbiamo impegnarci tutti a rafforzare la ripresa economica, di cui voi, operatori delle ICT, siete tra i principali protagonisti.

Roberto Formigoni, Presidente Regione Lombardia
Le piccole e medie imprese che in Lombardia hanno vinto la sfida con la crisi e la stanno vincendo, sono quelle che si sono innovate, che hanno investito e investono sull'IT, che hanno saputo puntare sulla differenziazione produttiva nello stesso settore e diversificazione in settori diversi. I buoni progetti non mancano certamente. Come Regione il nostro obiettivo è aumentare lo sviluppo delle reti tra Pubblica Amministrazione, Impresa, Università e Finanza per valorizzare cinque punti fondamentali: eccellenze, capitale umano, internazionalità, università e credito. Dobbiamo puntare sulle eccellenze, promuovendo conoscenza e innovazione. In questa direzione la Lombardia ha sviluppato una leadership in vari settori, come quello della Sanità: una rete che parte da Milano e si sviluppa su tutto il territorio. Annunciamo tra l'latro qui a Smau la nostra candidatura alla vice presidenza di Nereus, la rete europea delle regioni che utilizzano tecnologie spaziali.

Enrico Pazzali, Amministratore Delegato di Fiera Milano
A Smau si respira un'aria diversa da quella del passato. Non è più una manifestazione di muscoli e quindi di grandi spazi espositivi (anche se questo a livello quantitativo è un peccato per noi come Fiera), ma un evento con grande attenzione all'innovazione. Purtroppo l'Italia ha perso negli ultimi anni la leadership nell'ICT: ed è un problema di sistema-paese. Ma il compito di tutti noi è quello di riprendercela, altrimenti continueranno a primeggiare i tedeschi o i francesi. Smau lavora in questa direzione e tutti dobbiamo aiutarla: come Italia non possiamo essere secondi a nessuno.

Andrea Rangone, Coordinatore Osservatori della School of Management del Politecnico di Milano
Tra le prime 60 imprese al mondo con maggiore capitalizzazione di borsa, ben 16 sono del comparto ICT (Apple, Miscosoft, China Mobile, Google, IBM, AT&T, Oracle, Vodafone, CIsco Systems, Telefnica, America Movil-l, Intel, Siemens, Hewlett-Packard, Samsung, Verizon). Comparto ICT che è quello maggiormente rappresentato, anche più del petrolio fermo a 'solo' 11 realtà. Le ICT, insomma, stanno cambiando il mondo. Forse non l'Italia? Certo, ma è inutile dirsi che il nostro Paese sta perdendo occasioni e sta indietreggiando. Se è vero che la spesa IT su PIL in Germania è al +3,4% (PIL +3,3%) e l'Italia 1,9% (PIL +1%), ci sono anche notizie positive che dimostrano come il mercato stia cambiando e reagendo rispetto all'ICT. E da queste dobbiamo partire. Certo la scala vale 100, ma se vediamo il bicchiere mezzo pieno stiamo crescendo. Gli ingredienti di successo? Capacità, coraggio, struttura finanziaria solida, elevata innovazione non solo di prodotti, ma anche a livello di processi e tecnologie.

David Bevilacqua, Amministratore Delegato Cisco Italia e VP Cisco Corporate
L'Italia è fanalino di coda nel comparto. Questo è un dato negativo, che però rappresenta anche una grande opportunità. Il nostro Paese ha fortemente bisogno di banda larga: non adsl, ma fibra ottica simmetrica con partecipazione di pubblico e privato. In Italia facciamo poco sistema: siamo leader per lanciare progetti pilota, si trovano i soldi, si fanno annunci sulla stampa, ma poi il progetto resta fermo. È fondamentale, anche da parte dell'industria, modificare l'approccio e ragionare veramente in termini di sistema-paese.

Nicola Ciniero, Presidente e Amministratore Delegato IBM Italia
In Italia abbiamo bisogno da un lato di avere una grande consapevolezza del fatto che siamo e dobbiamo essere tutti attori di un new deal. Non è vero che non ci sono soldi, non è vero che non ci sono fondi. è facile accedere a forme di finanza agevolata, ma tutto dipende dalle competenze che dobbiamo mettere in campo. In Italia dobbiamo tornare a studiare tanto. Abbiamo visto che il rapporto tra investimento in tecnologia e aumento del PIL è costante. La tecnologia è tanta: va sviluppata e utilizzata, ma va anche messa a fattor comune per il sistema. Attenzione, se non alziamo la nostra barra sempre più in alto, ogni giorno, non riusciremo mai a prendere lo slancio di cui abbiamo bisogno per riprenderci come Paese. Senza coinvolgere veramente il Sud, ad esempio, non riusciremo a ripartire come Paese.

Patrizia Grieco, Amministratore Delegato di Olivetti
Dobbiamo impegnarci di più. Su questo non ci sono dubbi. Ritengo che sia vero fino a un certo punto che in Italia quello dei finanziamenti non sia un problema, ma a parte questo aspetto è fondamentale applicare un modello di innovazione nuovo che dia una risposta a un fondamentale requisito: come fare a portare la tecnologia sul mercato. Un altro spunto che può far riflettere è questo: in Italia i primi 25 vendor di tecnologia fanno il 90% del mercato dell'hardware (23 internazionali e solo 2 italiani). Tra i 20 top vendor dei servizi, invece, solo 5 sono internazionali e la loro quota è del 20%.

Pietro Scott Jovane, Amministratore Delegato Microsoft Italia
Per noi un ruolo fondamentale lo riveste il cloud computing che secondo le previsioni porterà nei prossimi anni a un giro economico in Europa di nuovi 800 miliardi di dollari, con 100.000 nuove aziende e milioni di posti di lavoro. È necessario, ora, un processo di cambiamento ampio e condiviso per fare impresa. E ci vogliono più laureati. Non a caso l'Italia è 21esimo su 22 posti sul reperire risorse finanziarie in Europa. E il numero dei neoimprenditori sotto i 30 anni è diminuito in un anno dell'11%. Ma senza la cloud le aziende non possono disporre di tecnologie in modo semplice, accessibile e a costi contenuti.

Sergio Rossi, Amministratore Delegato Oracle Italia
L'Italia 2.0 purtroppo non c'è. O meglio, non c'è a livello di sistema ma esiste a livello di singoli casi. Condivido con i colleghi che ognuno debba prendersi una parte di responsabilità ma detto questo la sfida che deve partire subito è quella della formazione. Temiamo la fuga dei cervelli, ma il problema è ancora più grave: abbiamo pochi cervelli e molti vanno a formarsi lontano dall'Italia. Quindi non fuggiranno più, semplicemente non ci saranno. Tante aziende come la nostra hanno piani che mettono a disposizione infrastrutture e contenuti per arrivare ad avere formazione specializzata universitaria e post universitaria. Va incrementata questa strada e dobbiamo tutti sentire di essere orgogliosi di essere italiani.

Agostino Santoni, Amministratore Delegato di SAP Italia
Se in Germania le imprese che hanno generato il +3,3 del PIL chiedono alle aziende che collaborano con loro innovazione, struttura, capacità manageriale e una filiera completa che supporti la crescita, in Italia ci fermiamo purtroppo ai soli casi di successo e c'è ancora troppa scarsa consapevolezza dell'importanza della tecnologia. Dobbiamo formare un management illuminato, capace di gestire a 360° le risorse, a livello di persone e di innovazione tecnologica. Partiamo da Smau, che si rivela un appuntamento strategico, perché è l'occasione per fare sistema e per promuovere un'opportuna cultura dell'innovazione, condividendo best practice e casi virtuosi utili a superare le sfide dell'attuale scenario di business.

[tit:I vincitori del Premio Innovazione ICT]
ARCHITETTURE IT E CLOUD COMPUTING
1) Termokimik Corporation Impianti e Procedimenti Industriali Spa (Milano)
- Settore: Impiantistica industriale
- Partner: PMC International Service – business partner IBM
- Titolo: Semplificare la gestione dell'infrastruttura IT attraverso le tecnologie di virtualizzazione

2) Texa (Treviso)
- Settore: Elettronica
- Titolo: Garantire alti livelli di servizio ai clienti attraverso un'infrastruttura ICT innovativa

BUSINESS INTELLIGENCE E CRM
3) Pomellato (Milano)
- Settore: Gioielleria
- Partner: NTT Group e business partner Microsoft
- Titolo: Migliorare la gestione dei clienti grazie ad un software CRM

4) Gruppo Admenta Italia (Bologna)
- Settore: Distribuzione farmaceutica
- Partner: Business Brain - business partner SAP
- Titolo: Un sistema di Business Intelligence per monitorare le performance dei processi aziendali  

E-COMMERCE
5) Mediamarket (Milano) - Settore: Grande distribuzione specializzata     
6) Gruppo Yoox (Milano) - Settore: Commercio elettronico di abbigliamento

ENTERPRISE 2.0
7) Comune di Milano
- Settore: Pubblica Amministrazione
- Titolo: Un software di analisi semantica dei contenuti pubblicati sul web per migliorare l'immagine turistica della città di Milano

FATTURAZIONE ELETTRONICA E DEMATERIALIZZAZIONE
8) Renner Italia (Bologna)
- Settore: Chimico
- Partner: Unicredit
- Titolo: Velocizzare la compilazione e l‘emissione delle fatture in azienda con un sistema integrato ERP  

ICT NEL RETAIL
9) Spinnaker (Savona)
- Settore: Retail   
- Titolo: Incrementare i ricavi e migliorare l'efficienza dei processi logistici ed attraverso un'innovativa infrastruttura informatica  

MOBILE & WIRELESS
10) Italia Logistica (Milano)
- Settore: Informatica
- Partner: R1 & business partner HP
- Titolo: Un'innovativa applicazione Wireless per monitorare il  posizionamento della flotta di automezzi  

11) Circumvesuviana (Napoli)
- Settore: Trasporto pubblico locale   
- Titolo: Monitorare le performance chiave dei processi aziendali attraverso le applicazioni Mobile&Wireless  

PUBBLICA AMMINISTRAZIONE
12) Comune di Chiampo (Vicenza)
- Settore: Pubblica Amministrazione Locale   
- Partner: Miriade - business partner Google
- Titolo: Facilitare la comunicazione con i cittadini attraverso portali Web dedicati alle iniziative Comunali  

13) Ministero Sviluppo Economico
- Dipart. per lo sviluppo e la coesione economica 
- Settore: Pubblica Amministrazione Centrale   
- Titolo: Erogare finanziamenti pubblici in modo più efficiente ed efficace grazie ad una piattaforma Web di gestione degli appalti Sanità  

14) E.O. Ospedali Galliera (Genova)    
- Settore: Pubblica Amministrazione Locale       
- Titolo: Ridurre il tempo medio d'attesa per gli interventi chirurgici attraverso un innovativo software web based

15) Azienda Sanitaria di Firenze    
- Settore: Sanità     - Partner: Intesa Sanpaolo    
- Titolo: Dematerializzazione e Fatturazione Elettronica nella Sanità    

SISTEMI GESTIONALI AVANZATI
16) Gruppo Coin (Venezia)    
- Settore: Retail       
- Partner: Adobe    
- Titolo: Un'innovativa soluzione di comunicazione per gestire la comunicazione tra sedi italiane e sedi in Asia 

17) Telemedicina Rizzoli (Bologna)    
- Settore: Servizi di telemedicina       
- Partner: Fastweb    
- Titolo: Erogare un innovativo servizio di consultazione medica grazie a una rete a banda larga  

SISTEMI DI COMUNICAZIONE AVANZATI
18) Prima Industrie (Torino)
- Settore: Impiantistica industriale
- Partner: Copernico Paghe - business partner Oracle
- Titolo: Un innovativo software per migliorare il livello di servizio per il personale ed il controllo sulle presenze  

19) CFT (Parma) - Settore: Impiantistica industriale   
- Partner: Sap
- Titolo: Gestire l'intero ciclo di vita delle commesse industriali attraverso un ERP internazionale
Pubblicato il: 21/10/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni