Logo ImpresaCity.it

Ibm, crescono i partner "in the cloud"

Ibm punta sempre di più sul cloud: LotusLive ha già raggiunto oltre 18 milioni di utenti.

Autore: Redazione ImpresaCity

Più di 200 partner Ibm hanno in programma di vendere servizi cloud basati su LotusLive per far migrare le imprese verso il cloud per le funzionalità di collaborazione. Lo si apprende da stime effettuate dalla stessa società.
Il cloud di collaborazione LotusLive di Ibm ha raggiunto in un solo anno oltre 18 milioni di utenti provenienti da imprese di tutte le dimensioni. 
LotusLive offre una gamma di servizi collaborativi, tra cui e-mail basata su cloud, web conferencing, messaggistica istantanea, file sharing, gestione delle relazioni e tracking dei progetti, consentendo alle persone di lavorare con chiunque, da qualunque luogo, in qualunque azienda o organizzazione.
Ibm offre inoltre a clienti e partner prove gratuite di diversi servizi cloud. Alcuni periodi di prova sono stati estesi da 15 a 30 giorni, includendo LotusLive Meetings, LotusLive Connections, LotusLive iNotes e LotusLive Engage, tutti prodotti in grado di lavorare insieme come una suite integrata.     LotusLive Engage comprende la gamma completa di servizi di collaborazione LotusLive, con una combinazione di social network, web conferencing, storage e condivisione di file, messaggistica istantanea e gestione dell'attività.
LotusLive Meetings è un servizio integrato di web conferencing online, sempre disponibile e progettato pensando alla sicurezza.
LotusLive Connections è una serie di servizi di collaborazione basati sul web, associata a funzionalità di social network, con file sharing, messaggistica istantanea aziendale, gestione dell'attività e networking.
LotusLive iNotes, disponibile a partire da 3 dollari al mese per utente, è il servizio di posta cloud di Ibm, che promette affidabilità e privacy.
Ibm ha annunciato inoltre l'espansione delle funzionalità di Lotus Foundations, attraverso l'integrazione gratuita del software di database DB2 Express-C nell'offerta dell'appliance centrale per far fronte in maniera specifica alle esigenze delle Pmi.
I fornitori di applicazioni software potranno  trarre vantaggio dalle funzioni "autonomic", rendendo le proprie applicazioni più facili da gestire senza supporto IT on-site.
Ora i Business Partner e gli ISV potranno sviluppare gratuitamente applicazioni che richiedono un database ad alte prestazioni, affidabile e scalabile. Insieme al supporto per tutti i principali linguaggi di programmazione, ambienti di sviluppo e lo standard SQL aperto, il software DB2 comprende inoltre funzionalità avanzate, come il supporto XML nativo e la sicurezza di livello "enterprise", per la conformità ai regolamenti di settore e pubblici.
DB2 Express-C è integrato con i processi di backup e gestione utente di Lotus Foundations, per offrire operazioni automatizzate. La piattaforma di soluzioni ibride di Ibm consente ai fornitori di applicazioni di costruire e integrare rapidamente le loro applicazioni, fornendole "on-premise", tramite un'appliance hardware, e in modalità cloud attraverso LotusLive.
Pubblicato il: 25/03/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni