Logo ImpresaCity.it

Microsoft ha annunciato la disponibilità di Exchange Server 2010

In occasione di Tech Ed Europe 2009 Microsoft ha annunciato la disponibilità di Exchange Server 2010 e una serie di importanti novità tecnologiche.

Autore: Redazione ImpresaCity

Stephen Elop, Presidente della Business Division di Microsoft, nel corso del convegno Tech Ed Europe 2009, ha annunciato il rilascio di Forefront Protection 2010 for Exchange Server, che aiuta i clienti di Exchange Server a proteggere ulteriormente le informazioni aziendali.
"I clienti di Exchange Server 2010 stanno già notando risparmi sui costi fino al 70%, grazie alla semplificazione del modello di alta disponibilità e al supporto per lo storage di costo inferiore. I clienti stanno inoltre riscontrando aumenti di produttività superiori al 20%, grazie a una casella di posta in arrivo universale in grado di inviare posta elettronica, posta vocale, messaggistica istantanea e messaggi di testo coerentemente su qualsiasi dispositivo", ha dichiarato Elop. "Con Windows 7 e Windows Server 2008 R2, la combinazione tra risparmi sui costi e maggiore produttività favorisce il successo a lungo termine dei clienti".
Secondo uno studio commissionato da Microsoft sugli utenti che per primi adottano le nuove tecnologie, condotto da Forrester Consulting, i clienti che effettuano l'aggiornamento a Exchange Server 2010 o Windows Server 2008 R2 recuperano il capitale investito in meno di sei mesi.
"Con Exchange Server 2010 abbiamo aumentato lo storage di otto volte a un quarto del costo, mentre i nostri dipendenti stanno vedendo una riduzione della posta indesiderata superiore al 70%, il che ci consente di concentrarci sulle questioni più importanti relative ai clienti," ha commentato Steve Derbyshire, Operations Director di NEC Philips.
I clienti segnalano una maggiore produttività degli utenti, un più facile accesso alle informazioni e costi ridotti, grazie alla gestione ottimizzata, mentre la sicurezza migliorata e il maggior controllo del desktop riducono i rischi. Tutto ciò è confermato in dettaglio da recenti studi sul costo totale di possesso e dalle indagini degli analisti, disponibili a questo indirizzo. Le aziende stanno registrando risultati altrettanto significativi con Windows Server 2008 R2, ottenendo risparmi sui costi grazie al consolidamento dei server, la riduzione dei consumi energetici e migliori livelli di servizio.
"Windows Server 2008 R2 mette a disposizione dei nostri clienti diverse efficienze, compresa la possibilità di abilitare nuovi scenari di virtualizzazione", ha dichiarato Bill Laing, Corporate Vice President di Windows Server and Solutions Division di Microsoft. "Abbiamo aggiunto la nuova generazione di hypervisor, nonché la capacità di effettuare la migrazione in tempo reale delle macchine virtuali. Molti clienti stanno già registrando risultati tangibili dopo aver implementato Windows Server 2008 R2 con Hyper-V".
Elop ha evidenziato che più di 45.000 partner sono già qualificati per Windows Server 2008 R2 ed Exchange Server 2010 e molti di loro hanno annunciato nuovi servizi e nuove soluzioni, tra cui Advanced Micro Devices, Avanade, Dell, EMC, Kaspersky Lab, Symantec e Unisys Corp.
Le versioni di valutazione di Exchange Server 2010 e Forefront Protection 2010 sono ora disponibili a questo indirizzo, insieme a ulteriori informazioni su Windows 7, Windows Server 2008 R2 e le soluzioni dei partner. Nell'ambito dell'impegno costante di Microsoft per fornire agli sviluppatori e ai professionisti IT la tecnologia in grado di aumentare la produttività delle proprie organizzazioni, in occasione del Tech Ed Europe 2009 sono stati fatti anche i seguenti annunci: la Community Technology Preview di Microsoft SQL Server 2008 R2 sarà disponibile per il download a questo indirizzo, mentre i widget e le API di Microsoft Translator da utilizzare per la creazione di siti Web multilingua sono ora in versione beta. Microsoft Translator supporta inoltre diverse lingue europee. Ulteriori informazioni sono disponibili qui.
Microsoft Trustworthy Computing Group, infine, rilascerà nuove indicazioni che estendono l'intero processo Security Development Lifecycle a un pubblico più ampio di sviluppatori software esterni, consentendo a quelli che utilizzano il modello di sviluppo Agile di integrare i processi, gli strumenti e le tecnologie SDL di Microsoft direttamente nei propri ambienti di sviluppo software, al fine di garantire che le loro applicazioni siano sicure e i loro clienti possano godere di un esperienza d'uso del Pc più sicura e affidabile.
Pubblicato il: 23/11/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione