Logo ImpresaCity.it

Pulizie di primavera anche per i PC

Secondo una ricerca effettuata da F-Secure viene messo in evidenza che la maggior parte delle persone non elimina le vecchie versioni di software, esponendo i propri PC al rischio di attacchi informatici.

Autore: Redazione ImpresaCity

Sono le versioni non aggiornate dei più diffusi software per PC a rendere maggiormente vulnerabili i computer agli attacchi informatici: sostenerlo sono i dati di una nuova ricerca di F-Secure.
Circa il 90% delle persone utilizza sui propri PC sistemi che contengono falle di sicurezza e un software che presenta in media 5 diverse vulnerabilità. Questo perché non elimina le vecchie versioni dei programmi, le cui vulnerabilità espongono i PC al rischio di attacchi malware o software maligni.
F-Secure mette a disposizione gratuitamente due strumenti che consentono di controllare lo stato di salute dei PC: F-Secure Exploit Shield, scaricabile dal sito ufficiale, che riconosce i tentativi di sfruttare una vulnerabilità web conosciuta e protegge gli utenti da questo tipo di minacce, e F-Secure Health Check, che può essere utilizzato per verificare che il software di sicurezza del computer sia aggiornato e che non ci siano falle in altri programmi o applicazioni.
Pubblicato il: 19/03/2009

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione