Fibra ottica: TIM amplia la connettività in Sardegna

Prosegue il progetto di copertura delle aree bianche, in collaborazione con Infratel, con reti in fibra ottica

Trasformazione Digitale Mercato e Lavoro
Come è già accaduto in altre Regioni, in Sardegna TIM sta intensificando lo sviluppo della propria infrastruttura in fibra ottica. L'obiettivo è realizzare una migliore copertura delle cosiddette "aree bianche", come previsto da una più ampia collaborazione con Infratel. TIM ha acquistato una quantità rilevante di infrastrutture in fibra spenta realizzate da Infratel. E le sta utilizzando per portare connettività nei Comuni delle aree a fallimento di mercato.

Al momento, secondo TIM, il nuovo piano di copertura della Sardegna è stato completato per metà e rispetta i tempi previsti. La nuova infrastruttura a banda larga ha toccato sinora 136 Comuni sardi, dove è già operativa. Il programma definito con Infratel e Regione Sardegna punta alla copertura di 280 Comuni. Con un investimento complessivo valutato in oltre 25 milioni di euro.

La nuova rete porta connettività fino a 200 Mbps, per imprese e privati. Il collegamento di tutti i quasi trecento Comuni previsti dovrebbe completarsi entro la fine del 2020. Prima Infratel deve completare la realizzazione delle dorsali e TIM deve adeguare centrali e cabinet stradali.

TIM sottolinea che questo intervento nelle aree bianche della Sardegna non è certo l'unico eseguito dalla società. Operando in proprio, ha realizzato una copertura a banda larga che raggiunge circa il 75 percento della popolazione, "con l’obiettivo di superare l’85 percento a fine programma".
Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.

Notizie correlate

Iscriviti alla nostra newsletter

Soluzioni B2B per il Mercato delle Imprese e per la Pubblica Amministrazione

Iscriviti alla newsletter

contatori