Logo ImpresaCity.it

G DATA, la sicurezza come parte integrante della gestione dei rischi

Prevenire incidenti informatici e reagire tempestivamente sono condizioni essenziali per la conformità al GDPR. L'originalità delle soluzioni proposte da G DATA

In un mercato come quello della sicurezza, dove sono presenti molti operatori, G DATA è stata premiata negli ultimi due anni sia presso le aziende utenti finali, sia dal canale. Oggi in molti apprezzano l’approccio disruptive di un brand che investe tutto in partnership appaganti e nella soddisfazione dei propri utenti, anche e soprattutto alla luce delle nuove normative.

GDPR: le opportunità oltre gli adempimenti
stev2492Da oggi a maggio 2018, se non ci saranno proroghe, tutte le imprese dovranno fare i conti con le nuove regole del Regolamento Europeo sulla Protezione dei Dati, conosciuto di più ormai con l’acronimo GDPR. Molti operatori, soprattutto del mondo della sicurezza, sono pronti a dare supporto in questo senso e anche G DATA è naturalmente della partita. Da sempre l’azienda promuove la sicurezza come processo e parte integrante della gestione dei rischi aziendali, anticipando di fatto l’impostazione della nuova normativa. “A nostro avviso, affrontare quanto prima il tema GDPR in modo concreto può rappresentare un’importante opportunità sia per le aziende utenti sia per gli operatori di canale” commenta Giulio VADA, Country Manager, G DATA Italia.

L’azienda utente che oggi affronta il tema GDPR prima dei competitor nel suo comparto ha la possibilità di godere di un vantaggio competitivo strategico: può comunicare al mercato quello che sta facendo e sfruttare il fatto di essere più avanti dei suoi concorrenti.
Il GDPR pone infatti molta enfasi sul fatto che il singolo consumatore, il cittadino abbia una piena consapevolezza di come le aziende con le quali si relaziona tratteranno i suoi dati. Questo è un elemento che può essere sfruttato da un’impresa per posizionarsi meglio rispetto ai concorrenti e diventare magari anche un benchmark di settore.

Attualmente le aziende utenti finali tentano di acquisire internamente competenze non semplici da reperire sul mercato, un trend che aumenterà progressivamente nei prossimi mesi con il rischio di compiere scelte affrettate: ecco perché molti clienti si rivolgono anche ai propri partner tecnologici. “In questo caso la missione di G DATA è quella di favorire la consapevolezza che il GDPR è una realtà da affrontare subito e di mettere a disposizione tutti gli strumenti, inclusi corsi di formazione rivolti a partner e ad aziende utenti finali, affinchè entrambi prendano misure concrete ai fini dell’adempimento”.

Il percorso verso il GDPR risulta difficoltoso se compiuto da soli. Tutti gli operatori di canale hanno quindi l’opportunità di ricoprire un ruolo di primaria importanza in questa fase di accompagnamento della propria clientela. E’ un’occasione unica per presentarsi come consulenti e per essere riconosciuti dai propri clienti sotto una luce nuova.

La soluzione GDPR-ready di G DATA
Una strategia di risposta agli incidenti informatici non può fare a meno di un controllo totale delle risorse IT aziendali. Gli amministratori di sistema tuttavia devono confrontarsi con sfide gravose quando si tratta di proteggere adeguatamente la propria rete a causa della crescente eterogeneità dei dispositivi ad essa connessi. Per questo motivo occorrono sistemi che facilitino la gestione centralizzata di tutti i dispositivi, semplificandone il controllo. Un controllo possibile solo se le informazioni fornite dalle soluzioni in uso sono presentate in tempo reale, in modo intelligibile e correlato.

Disponibile da subito, anche nella versione “a consumo” per Managed Service Provider, G DATA Total Control Business porta la sicurezza IT ad un livello superiore, ancorandola saldamente al risk management. Oltre ad offrire una protezione affidabile contro gli attacchi esterni ed un controllo costante dell’infrastruttura essenziale per la produttività aziendale, l’innovativa suite assicura la compliance al GDPR, indirizzando in gran parte gli adempimenti previsti per una PMI, a partire dalla generazione di log esaurienti, comprensibili e completi per avere tutte le informazioni necessarie ai fini della reportistica prevista dal GDPR.

Nello specifico, G DATA Total Control Business monitora la rete verificando lo stato operativo dei sistemi più importanti per la produttività aziendale e notificando in tempo reale eventuali disservizi e o comportamenti anomali delle macchine. La suite semplifica la manutenzione di periferiche e client attraverso una piattaforma di patch management che velocizza la chiusura di vulnerabilità come quelle sfruttate da WannaCry e Petya, ma non solo.

La nuova soluzione beneficia della nuova tecnologia anti-ransomware integrata in tutte le applicazioni per la sicurezza aziendale firmate G DATA oltre che della protezione dei portafogli digitali (Bitcoin) e consente di gestire policy e filtri centralmente, anche per i dispositivi mobili, trattati alla stregua di qualsiasi altro client di rete. La suite s
i integra altresì con tutte le soluzioni che curano le aree non coperte dalla soluzione, tra cui la sicurezza perimetrale, quella applicativa e il processo di notifica dei data breach.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 13/12/2017

Tag: gdpr g data

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito