Logo ImpresaCity.it

Emc World, nella federazione Emc debutta Pivotal

Joe Tucci e Paul Mauritz sul palco. Emc abilita la terza piattaforma attraverso la federazione di business in cui si colloca Pivotal, la nuova realtà per applicazioni cloud, Big/Fast Data. Presentati gli elementi costitutivi della piattaforma Pivotal One, disponibile entro il quarto trimestre del 2013.

Barbara Torresani

Las Vegas – Come più volte ripetuto ed enfatizzato durante questa edizione di Emc World, in corso a Las Vegas, nel nuovo modo di concepire l'IT si collocano alcuni mega trend che rappresentano momenti di discontinuità ma anche grandi opportunità: cloud, big data, mobile e social, con il concetto di trust che li attraversa orizzontalmente. Paradigmi che abilitano le aziende a trasformare i loro modelli di business. E' la vision di Emc, puntalizzata da Joe Tucci, Chairman e Ceo della società.

 “Dopo la prima piattaforma di computing caratterizzata da mainframe e mini computer, la seconda con al centro i Pc – Lan/internet e client/server – oggi è tempo della terza piattaforma, quella in cui si combinano e intersecano cloud, mobile, big data e social con milioni di utenti e migliaia di applicazioni. Emc è pronta a supportare la terza piattaforma, grazie a un'unica federazione di business in cui confluiscono e convergono le aziende della galassia Emc: Emc stessa per la parte di information management; Vmware per la componente infrastruttuale, Rsa per la sicurezza, Vce per i sistemi integrati e oggi, Pivotal, per una nuova generazione di applicazioni, quelle cloud, Big Data e Fast Data", afferma Tucci..
Una galassia che continua ad espandersi e a crescere, attraverso sviluppi interni – oggi il 12% del fatturato è investito in R&D – e acquisizioni esterne di prodotti best of breed). L'agilità, che si esprime in efficienza, controllo, scelta è l'elemento caratterizzante la federazione di business che oggi vede entrare in scena la nuova dimensione Pivotal.

[tit:Pivotal, la piattaforma per una nuova era di applicazioni]
Tocca a Paul Maritz, Ceo di Pivotal, introdurla. Formalizzata lo scorso aprile, la nuova realtà, dietro la quale vi sono rispettivamente Emc (al 62%), Vmware (al 28%) e General Electric (al 10%), attualmente opera con un organico di 1.250 persone e un fatturato 2013 di 300 milioni di dollari.
“Pivotal è una nuova piattaforma per una nuova era che punta a creare valore partendo da una  nuova generazgetattachment.jpgione di applicazioni che provengono da Cloud, Big/Fast Data”, dichiara Mauritz.
Ma come si configura questa nuova piattaforma? E' una piattaforma che vuole replicare ciò che hanno fatto i giganti Internet – quali Amazon, Google, Facebook e Yahoo, che propongono nuovi modelli di business e richiedono una nuova “Application Fabric”.
Cosa imitare di queste aziende? Per esempio la capacità di immagazzinare e analizzare una mole di dati esponenziale, la cultura dello sviluppo rapido delle applicazioni, il fatto di scalare in modo altamente automatico... e ancora la capacità di 'ingerire' un elevato numero di eventi e reagire in tempo reale, relazionandosi con le infrastrutture e le applicazioni legacy.
E poi c'è l'Internet delle cose e la pervasività della telemetria che generano un numero esponenziale e tipi diversi di dati da analizzare. Questo il contesto di riferimento.

emc-pivotal-block-diagram.jpg


Primo segno concreto di tutto ciò è la nuova piattaforma Pivotal One - presentata a fine aprile, aperta, data centrica, open source, multi-cloud,definita anche developer-friendly ed enterprise friendly, costituita da tre elementi principali di nuova generazione: data fabric, application fabric e cloud fabric.
Gli ingredienti della componente Data fabric poggiano sulle prossime generazioni di scale-out, in-memory data. Tutte funzionalità e capacità portate in dote dalle società acquisite da Emc quali: Gemfire, specializzata in in-memory data grid per soddisfare le necessità degli utenti che operano in real-time e Greenplum, attiva da 10 anni nel parallel query, ora applicato a Hadoop.
Nella componente di Application fabric si collocano linguaggi e framwork, servizi e pivotal4.jpganalytics grazie a prodotti Vmware vFabric e Spring (un framwork di sviluppo enterprise). Rientrano in quest'ambito anche gli sviluppi di Cetas e Pivotal Labs, un laboratorio di sviluppatori che conta circa 250 persone negli uffici di San Francisco e New York.
E, infine l'elemento Cloud fabric, una sorta di ambiente operativo per le nuove applicazioni in grado di
automatizzare il provisioning e il ciclo di vita delle applicazioni, registrare i servizi e astrarre i cloud. Il tutto grazie  a Cloud Foundry.
La suite sarà disponibile a partire dal quarto trimestre del 2013. Diversi gli entry point. Data fabric è il punto base di entrata; di questa foundation sono già disponibili gli elementi Pivotal HD, Gem/Sqlfire, Greenplum DB. Dell'application fabric è possibile già avere Spring/vFabric mentre Cloud Foundry sarà disponibile dal secondo trimestre del 2013.



Pubblicato il: 07/05/2013

Tag:

Speciali

speciali

Cybertech Europe 2018

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce