Logo ImpresaCity.it

Websense evidenzia che i dipendenti sono poco consapevoli dei rischi legati all’email

Secondo i risultati di un'indagine condotta in Gran Bretagna e Italia da Websense i dipendenti continuano ad avere un basso livello di percezione dei rischi legati all'uso della posta elettronica aziendale, tendendo in particolare a sottovalutare lo spam e la necessità di tutelare i dati sensibili

Autore: Giulio De Angelis

L’indagine di Websense, condotta tramite un questionario online su un campione di 150 dipendenti italiani e inglesi, aveva come obiettivo quello di comprendere quanto gli utenti siano realmente consapevoli e informati sui rischi per la sicurezza informatica portati da spam, phishing, attacchi hacker o perdita dei dati sensibili causati da una posta aziendale non protetta. Dall’indagine risulta che circa un terzo degli intervistati (37% in Italia e circa 31% in Gran Bretagna) pur non sentendosi totalmente protetto, si dichiara tuttavia soddisfatto del livello di sicurezza della posta fornito dall'azienda perché pensa di non poter essere preso di mira dai cybercriminali. Anche se poi la possibilità che un hacker riesca ad accedere al proprio computer è sentita come la minaccia potenziale più preoccupante dagli italiani (quasi l'84% del campione), immediatamente seguita dal terrore di perdere dati aziendali riservati (circa l'85%) e quindi dalla paura di perdere dati personali(77%). Lo spam invece desta meno preoccupazione: viene considerato più una seccatura che una reale minaccia.
Pubblicato il: 09/07/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?