Logo ImpresaCity.it

Anche il Nord non brilla con la banda larga

Gli italiani che non possono avere la connessione Adsl sono ancora 3,4 milioni.

Autore: Redazione PMI

Il digital divide pesa su ben 23 milioni di italiani e la banda larga divide l'Italia in tre. I connazionali che non possono avere la connessione Adsl sono 3,4 milioni, e la partita oggi si gioca sulla seconda generazione e sui 20 Megabit e sui 50 Mbit di domani. E ha essere sfavorito non è solo il Mezzogiorno ma lo è anche il Centro-Nord, che rimane indietro.
È ciò che riferisce il "Corriere della Sera" evidenziando che "...in Italia il problema del digital divide si presenta in forme originali". Come risulta dall'ultimo rapporto dell'Osservatorio Banda Larga di Between, il digital divide italiano alla fine del 2004 riguardava ben 9,8 milioni di italiani che non avevano l'accesso Internet a banda larga, ed erano quindi tecnologicamente indietro.
Tra le regioni sfavorite come Campania, Lazio e  Sicilia, vi erano il Piemonte, il Veneto e la Lombardia. Da allora le situazione è decisamente cambiata in meglio; alla fine del 2007 il digital divide è sceso da 9,8 a 3,4 milioni di persone. Alcune regioni però dell'Italia del Nord, come il ricco e popolato Veneto, continuano a essere in una posizione sfavorevole.
Un grosso contributo, oltre al 95% dei risultati ottenuti, si deve a Telecom Italia, che, nonostante i limiti imposti dal debito agli investimenti, ha esteso notevolmente la rete intervenendo sulle centrali di commutazione e sulle linee.
Pubblicato il: 07/04/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?