Google Chrome 5 disponibile per Mac e Windows

Google Chrome 5 disponibile per Mac e Windows

Con una velocità di aggiornamento impressionante Google Chrome è giunto alla versione 5 per sviluppatori, anteprima della versione finale. Con un nutrito numero di piccole, ma intelligenti, novità.

di: Andrea Sala del 06/02/2010 16:00

 
Google ha reso disponibile una nuova versione per sviluppatori del browser Chrome, giunto ora alla versione 5. La multinazionale della websearch sta lavorando su Chrome a ritmi davvero alti, sfornando un numero di release stabili che ha già superato Firefox e Safari, browser esistenti da molto più tempo. Solo Internet Explorer è ancora davanti a Chrome come somma di public version rilasciate. Tanto per capirci, la versione 4 del browser Google è uscita solo pochi giorni fa. 
Ovviamente, vista l'irrisoria distanza di tempo, le novità introdotte non sono certo rivoluzionarie, tuttavia sono presenti piccole migliorie davvero interessanti. Le estensioni di Chrome 4, che potevano generare un'accozzaglia di icone sull'address bar, possono ora essere nascoste in parte o totalmente. La cartella di default per i download è ora /Download, non più Documenti/download, per la gioia degli utenti di Windows 7 e Vista. Altrà novità solo le opzioni che gestiscono la visualizzazione dei siti web: è possibile creare regole ed eccezioni per cookies, pop-up, immagini, script java e molto altro, per personalizzare l'esperienza di navigazione.
Chrome 5, nella versione pubblica finale, supporterà ufficialmente Windows 7, anche se Google intende offrire un'alternativa valida ad ogni soluzione Microsoft, sia per privati che per aziende. È recente infatti l'indiscrezione relativa al lancio di un e-store Google per applicazioni di terze parti a corredo delle Google Apps. Chrome OS, poi, intende spodestare Microsoft sul segmento dei computer portatili, impresa titanica ma non impossibile sul lungo periodo.
Altra novità è la scelta di Google di pubblicizzare Chrome in maniera tradizionale, tappezzando le metropolitane e le stazioni ferroviarie di Londra, Amsterdam e Parigi con il logo sferico del browser. Google sceglie un mezzo comune e abbandona, almeno per questa volta, il viral marketing e il passaparola, metodi che tanto hanno reso in precedenza. La campagna, non a caso, è partita nel momento in cui l'Europa si appresta a decidere sul ballot screen, il famoso menu anti-monopolio Microsoft che permetterà all'utente di scegliere il browser con cui navigare.

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

...continua