Intel Reader dà voce al testo

Intel Reader dà voce al testo

Intel ha presentato il suo nuovo Reader, un dispositivo pensato per aiutare le persone che soffrono di cecità o problemi di vista. Il dispositivo è capace di convertire da testo scritto a testo digitale e leggerlo all'utente, in formato vocale.

di: Redazione ImpresaCity del 15/11/2009 20:00

 
Intel ha presentato da poco il suo nuovo Reader. Contrariamente a quanto si possa pensare non si tratta di un nuovo lettore di e-book, anche se è compatibile con tale formato.
La caratteristica principale di Reader è la capacità di lettura vocale del testo scritto, lettura che avviene in tempo reale. Il dispositivo portatile, infatti, è dotato di una fotocamera da 5 megapixel integrata con la quale si può fotografare il testo: successivamente, grazie alla tecnologia Ocr (Optical Character Recognition), il testo fotografato viene tradotto in testo digitale.
Una volta completato questo processo, Reader mostra le parole ingrandite sullo schermo da 4,3" e, contemporaneamente, le pronuncia in formato sonoro. Il testo può anche essere scaricato sotto forma di file pdf, doc o audio wav.
Reader è anche capace di leggere e-book, come detto in precedenza, dopo averli caricati nella memoria integrata da 4Gb. L'autonomia dichiarata è di 4 ore in lettura e 5 giorni in standby.
Reader è stato progettato per fini prettamente medici e uscirà a breve nel listino Healtcare (salute) di Intel. Lo scopo è, infatti, di aiutare tutti quei milioni di persone – 55 solo negli Usa – che soffrono di problemi di apprendimento, come la dislessia, hanno disabilità legate alla vista o semplicemente incontrano delle difficoltà a leggere.


intel-reader-da-voce-al-testo-1.jpg


Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

  • Come superare il gap tecnologico

    La necessità della trasformazione del data centre per soddisfare le future necessità del business. Il commento di Ian Dixon, VP di Colt Services

  • La risposta di ATM

    la Risposta di ATM in relazione all'articolo. "ATM, i pagamenti elettronici non funzionano", pubblicato il 2 settembre su Impresa City

  • ATM, i pagamenti elettronici non funzionano

    Il sistema di pagamento e servizi clienti dell'ATM è del tutto inadeguato a un evento come l'Expo

  • Analizzare la sicurezza per difendersi dagli attacchi

    Quasi tutte le reti aziendali sono colpite periodicamente da attacchi di malintenzionati che si muovono nell'ombra continuando a sviluppare un crescente arsenale di minacce.

  • Le ambizioni di Rhel 7

    Gianni Anguilletti, country manager di Red Hat Italia, commenta alcuni aspetti legati al rilascio del nuovo sistema operativo.

...continua