Logo ImpresaCity.it

Recovery Management, le novità di CA

Alcune innovazioni e l'analisi delle proposte CA per il Recovery Management, emerse durante il "CA Italian Partner Summit".

Autore: Santina Buscemi

Quali conseguenze ha avuto la crisi economica mondiale sui processi organizzativi interni alle società? Come hanno reagito le aziende alle aggravate preoccupazioni sul bilancio? Soppesando ogni spesa con attenzione: questa la risposta che fornisce Netconsulting, interpretando i dati emersi da una ricerca su "Il Mercato del recovery management in Italia: trend e opportunità".
La società di ricerca ha voluto analizzare come, rispetto al passato, sia mutata la gestione dell'informazione nelle imprese; come messo in luce dalla tabella sottostante, le informazioni gestite a livello mondiale sono cresciute dell'800% nell'arco di tempo 2006-2011: un dato che, correlato al modus operandi dei team management in funzione delle esigenze aziendali, mostra come sia fondamentale la capacità di sfruttare e analizzare le informazioni pervenute.
recovery-management-le-novita-di-ca-1.jpg
Cosa significa ciò? In un tale contesto, l'integrità dei dati assume una rilevanza notevole, risulta difficile, al contrario, poter sfruttare appieno le informazioni relative a dati parziali o inesatti.
Da ciò emerge il ruolo di primordine che, per un'azienda, assumono i software e i programmi che tutelano la sicurezza dei dati: la tabella qui proposta mostra la non corrispondenza fra l'importanza attribuita a Business Continuity & Dr (corrispondente ad un punteggio di 3,2 su 4) e la percentuale di adozione di tecnologie di questo tipo nelle aziende, ferma al 60%, a differenza di altri fattori di controllo, considerati importanti e implementati nelle strutture delle società, come la Sicurezza perimetrale, Content Security e Controllo degli Accessi.
recovery-management-le-novita-di-ca-2.jpg
Diretta conseguenza di ciò è lo spazio per investire nel settore del recovery management, considerato importante, ma non ancora assorbito nelle implementazioni gestionali delle aziende.

[tit:Le proposte CA]
I dati dello studio realizzato da Netconsulting e illustrati da Annamaria Di Ruscio, sono stati il punto di partenza del "CA Italian Partner Summit", tenutosi lo scorso 21 gennaio presso Corneliano Bertario (Mi), un evento in cui la società ha illustrato ai propri partner le strategie e le tecnologie adottate per supportarli nella crescita e nella pianificazione degli investimenti.
Gianpaolo Sticotti, Distribution Sales Manager di CA Italia, ha presentato le novità e illustrato il lavoro di squadra del rinnovato team CA nel supporto ai propri partner.
Fra le attività di supporto, il lavoro coordinato con i propri partner: nel Business Plan proposto da CA la condivisione degli scopi con i distributori assume un ruolo fondamentale. Come sottolineato da Sticotti, l'esperienza pluriennale di CA ha condotto verso la consapevolezza del bisogno di "istruire" ed "educare" i partner, così da consentire loro di essere autonomi e spiegare ai propri clienti in piena autonomia quali programmi e quali software vengono utilizzati.
Per quel che concerne le novità studiate dalla società per offrire un migliore servizio ai propri partner, lanciata dal mese di gennaio, riguardo la Deal Registration, CA garantirà ai partner Platinum, Gold e Silver un rebate anche in caso di chiusura del deal da parte di rivenditori concorrenti.
La fidelizzazione con i propri partner è quindi fondamentale per la società, interessata a mostrare la disponibilità dei propri servizi e l'apprezzamento dell'impegno dei partner, anche in caso di affari non conclusi.
Gli sconti e i rebate disponibili ai partner CA sono appunto suddivisi in quattro categorie: Platinum, Gold, Silver e Registered, in grado di garantire riduzioni delle tariffe a tutti le aziende che scelgono di lavorare con CA, ma contemporaneamente premiando i rapporti di lavoro che si perpetuano negli anni.
Un'altra innovazione è "Lucky 7", una carta prepagata offerta al partner che chiude il maggior numero di deal, così da premiare l'impegno e la fiducia in CA.
Per trovare informazioni sulle soluzioni di recovery management disponibili, i partner attuali e le aziende che stanno prendendo in considerazione l'ipotesi di dare avvio ad una collaborazione con la società possono consultare il sito ARCserve.com, in lingua italiana, dove sono presentate funzionalità, piattaforme, prodotti e case-study, incentrato sulla famiglia di prodotti di storage CA Recovery Management, che comprende la tecnologia di backup CA ARCserve Backup e i prodotti CA XOsoft Replication e CA Xoft High Availability.
In un binario parallelo, il team management di CA ha riflettuto su come incentivare lo sviluppo di nuove partnership e collaborazioni: funzionale a ciò è il progetto "CA Seeks".
Il programma permette ai nuovi clienti di CA di non perdere le certificazioni e il grado di competenza già acquisito precedentemente presso competitor dell'azienda. In questo modo essi non dovranno partire da un livello base, ma vengono riconosciute le certificazioni di altri vendor e le loro competenze: grazie a ciò, non vengono loro precluse, nemmeno inizialmente, la partecipazione a corsi di formazione di livello superiore e la possibilità di usufruire di opzioni flessibili e speciali promozioni, destinate a livelli più alti nella categoria di partner.
Infine, fra le innovazioni presentate da Gianpaolo Sticotti, "il bollino blu", la possibilità per i partner di avere una certificazione visibile e chiara del rapporto con CA, che documenta la collaborazione.

[tit:Un lavoro di squadra]
Per realizzare tutte queste innovazioni e proseguire il lavoro svolto finora, CA si appoggia a figure in Italia e a consulenti all'estero.
Come spiegato da Beatriz Cabrera, Channel Sales Director South Emea Region di CA, l'attenzione della società per il mercato italiano è costante, con la volontà di spingere i partner italiani al continuo miglioramento.Il team italiano è costituito da: Pierfrancesco Squillace, Account Top Partner, Fulvio Generoso, Presales, e Gianpaolo Sticotti, Account Distributori, che lavorano direttamente sul territorio, mentre Giovanni Morello, Specialista Rinnovi, Audry Legnani, Gestione Lead, lavorano da Barcellona, garantendo ugualmente la propria consulenza e il proprio supporto ai clienti. Infine Judith Pianella, Channel Marketing, disponibile per diversi team nazionali.
Pubblicato il: 29/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

F-Secure: Download PDF

speciali

HPE - Le tecnologie, le soluzioni