Logo ImpresaCity.it

Aica: DigitPA opta per il modello Eucip

DigitPA, ex Cnipa, integra lo standard europeo nelle Linee Guida sulla qualità dei beni e dei servizi Ict: fornitori, mondo del lavoro e istituzioni hanno una lingua comune per identificare in modo efficace le risorse professionali.

Autore: Redazione ImpresaCity

Aica, Associazione italiana per l'Informatica ed il Calcolo Automatico, ha annunciato che il Cnipa- Centro Nazionale per l'Informatica nella Pubblica Amministrazione (dallo scorso dicembre si chiama "DigitPA") ha adottato il modello europeo Eucip per stilare i profili delle competenze Ict per la pubblica amministrazione. Tali profili sono contenuti in uno specifico manuale, il Dizionario dei profili di competenza per le professioni ICT , incluso nelle "Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi Ict per la definizione e il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione". 
DigitPA opera presso la Presidenza del Consiglio per l'attuazione delle politiche formulate dal Ministro per la Pubblica Amministrazione e l'Innovazione, con la missione di contribuire alla creazione di valore per cittadini e imprese, dando supporto alla PA nell'utilizzo efficace dell'informatica per migliorare la qualità dei servizi e contenere i costi dell'azione amministrativa.
Eucip (European Certification of Informatics Professionals) è un sistema europeo di riferimento che definisce le competenze ed i profili professionali nel settore informatico; un sistema articolato, che prevede 21+1 profili professionali costruiti attraverso oltre 3.000 elementi di conoscenza, rivisti e aggiornati di continuo per assicurare la massima aderenza all'evoluzione della tecnologia. Il modello è ampiamente riconosciuto e accettato nel nostro paese. Si annovarano tra le organizzazioni che lo hanno adottato Confindustria Servizi Innovativi e Confcommercio.
Lo standard Eucip è elaborato dal Cepis
, il consiglio europeo delle associazioni informatiche professionali, e adattato e garantito per l'Italia dall'Aica, che ne promuove la diffusione nel mondo aziendale, lavorativo e istituzionale.  
Le "Linee guida sulla qualità dei beni e dei servizi ICT per la definizione ed il governo dei contratti della Pubblica Amministrazione", sono state elaborate a partire dal 2003 da DigitPA con la partecipazione e condivisione di: PA centrali e locali; associazioni di categoria dei fornitori Ict facenti capo al sistema Confindustriale; principali associazioni di riferimento per le culture dell'Ict, del software engineering, del project management, del quality management.  Con l'annuncio di questi giorni della scelta di DigitPA "chiude il cerchio" creando, attraverso i profili Eucip, una vera e propria lingua comune che potrà permettere alla pubblica amministrazione di dialogare in modo più efficace con il mondo professionale e della formazione, per soddisfare le proprie esigenze ICT.  
Aica. oltre a esprimere soddisfazione per il riconoscimento di un metodo e di un lavoro che porta avanti da diversi anni nel paese, attribusice grande importanza alla scelta di DigitPA in quanto consente di mettere al centro dell'attenzione le competenze Ict come elemento chiave per il successo e la produttività dei processi tecnologici e informativi nella pubblica amministrazione, al pari di una precisa definizione delle attività, dei prodotti, degli indicatori di qualità da tenere in considerazione nel valutare una fornitura di servizi.
Pubblicato il: 18/01/2010

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione