Logo ImpresaCity.it

Una Formula rinnovata

A tre anni da due cambi di prorietà, oggi Fomula è tornata alla profittabilità, poggia su solide basi finanziarie e di liquidità, ha cancellato i debiti, sviluppa un fatturato di 32 milioni di euro, ha un'offerta semplificata e più incisiva. A guidare il rinnovamento, Charles Tarbé, Vice Presidente e Amministratore Delegato, che guarda al futuro con ottimismo.

Autore: Barbara Torresani

Formula è un'azienda che ha fatto la storia del mercato gestionale/ERP in Italia; una realtà italiana che per un certo periodo è riuscita a tenere testa ai giganti internazionali. A un certo punto la situazione ha giocato a favore dei grandi player, e Formula  ha perso smalto e ha attraversato un momento di forte crisi, fino al processo di radicale cambiamento.             
Quella che si presenta oggi al mercato è una nuova Formula, che non rinnega il passato, anzi, poggia le sue fondamenta sulla Formula di ieri, che rimane il punto di partenza della compagine societaria attuale, che però è pronta a partire nel 2009 proponendosi sul mercato con una nuova veste, un nuovo logo, un'immagine rinnovata e nuovo sito; ma soprattutto con un'offerta molto diversa da quella di cinque anni fa.
A raccontare la storia recente della società è Charles Tarbé, Vice Presidente e Amministratore Delegato, tra gli artefici del cambiamento societario, che ha guidato il processo di trasformazione dell'azienda nel corso di questi ultimi anni, riportandola a uno stato di salute.
Il 2005 è l'anno significativo della storia recente di Formula, che ha coinciso con il passaggio di proprietà nelle mani del gruppo internazionale francese Adonix, di cui Tarbé è uno dei due soci fondatori insieme a Emile Hamou. L'operazione si è concretizzata con l'acquisizione della holding finanziaria Progetto Integra, che controllava l'85% del Gruppo Formula (il restante 15% era quotato sui listini del Nasdaq Europe di Bruxelles). Solo qualche mese dopo Adonix è stata acquisita dall'inglese Sage, terzo gruppo al mondo nel mercato dei gestionali di fascia media. Nell'ambito dell'operazione i vertici di Adonix, Hamou e Tarbé hanno allora riacquistato Formula attraverso Progetto Integra. È stata quindi perfezionata da parte di Progetto Integra anche l'integrazione di Adonix Italia e Sage Concept Italia, prima del gruppo inglese. Ne è risultata un'unica società operativa in Italia, in cui sono confluite le aziende oggetto delle operazioni di acquisizione

[tit:Una formula vincente]
Il risanamento per portare alla nuova Formula ha richiesto tempo e soprattutto è passato da un inevitabile processo di riorganizzazione della struttura e razionalizzazione delle risorse che è terminato a metà del 2007. Dei 550 dipendenti di allora la società conta oggi meno di 350 persone; (circa un centinaio della sussidiaria Cedaf  sono passate al Gruppo Maggioli nel maggio del 2006).
"Formula poggiava su alcuni asset di valore, ma mancava di focalizzazione e semplificazione, e aveva perso di vista l'obiettivo della redittività", ha affermato Tarbé. All'acquisto aveva una posizione finanziaria di debito verso le banche di 12 milioni di euro e una perdita netta di 6 milioni di euro". A fine settembre del 2008 Formula, guidata da Tarbé, che agli inizi del 2006 si è trasferito in Italia per seguire meglio il processo di risanamento finanziario, è un'azienda sana. A settembre 2008 ha registrato una posizione netta che dal debito di 12 milioni di euro è giunta a un saldo positivo di 4 milioni di euro, con un utile netto di circa 2 milioni di euro (nei primi 9 mesi dell'anno).
"Non è stato un'operazione semplice, ha commentato Tarbé, ma ci siamo riusciti, e adesso esistono le condizioni per proseguire e accelerare. Le condizioni di mercato non sono favorevoli e Formula non è sola sul mercato, ma non è una stat up. Ha valori profondi e asset molto buoni per guardare avanti."
La nuova Fomula, che è permeata da principi di semplicità organizzativa e di cultura aziendale, ai più di 1.000 clienti presenti sul mercato si presenta con una visione spiccatamente imprenditoriale e una mentalità orientata alla creatività, all'abilità e alla vendita e un forte orientamento al mercato di fascia media. "Il mid market, ha enfatizzato Tarbé, è ricco di opportunità. La leadership non è ancora stata conquistata e gli spazi da occupare sono ancora ampi. Si tratta di aziende che vogliono andare oltre la gestione della parte puramente amministrativa." La missione di Formula è quella di fidelizzare ulteriormente i propri clienti garantendo loro la protezione e la continuità degli  investimenti effettuati e anche di proporsi come fornitore ideale per quelle aziende che vogliono rivedere o rendere più efficienti le risorse informative esistenti.

[tit:Go to market e offerta]
E il rinnovamento societario ha previsto anche un nuovo modello di go-to-market e una rivisitazione profonda dell'offerta.
Nel primo caso l'azienda, che oggi realizza quasi il 100% del fatturato in modo diretto operando sul territorio attraverso sei sedi operative, ha deciso di ampliare la rete di vendita indiretta. "Il prodotto Adonix si presta molto alla vendita indiretta, ha spiegato Tarbé. L'obiettivo di Formula è reclutare partner che siano veri distributori, non agenti. E' un progetto a medio termine in quanto ritengo che per creare le giuste condizioni siano necessari almeno tre anni."
Sull'offerta Formula ha compiuto un lavoro di semplificazione e razionalizzazione, che ha portato a tra linee  principali di proposizione per andare sul mercato in modo chiaro e definito.
La linea ERP, gravita intorno all'ERP Sage ERP3. "E' un grande ERP, e non un ERP grande, ha affermato Tarbé, è orientato al mercato delle medie imprese, è ricco di funzionalità e accompagna la crescita dei clienti, razionalizzando i sistemi informatici senza zavorre.
"La linea FRP, Financial Resource Planning, ha spiegato Tarbé, rappresenta lo strumento adatto al CFO, che si ritrova in un nuovo rulo che lo ha visto passare da manager focalizzato sulla gestione dei flussi finanziari della società a manager che contribuisce alla definzione della strategia aziendale. La linea include moduli best-of-breed per la gestione della tesoreria, dei cespiti, per il controllo di gestione e della contabilità.
Queste due prime componenti dell'offerta hanno un'incidenza di circa il 90% sul risultato aziendale.
Per finire la linea SLB, che sta per Sales, Logistics & Business Intelligence, che oggi gravita intorno a un prodotto di Warehouse Management, denominato Sage Geode, per la gestione magazzino dei prodotti finiti, adottata da Bartolini, Michelin e Roncato (quest'ultimo ha ottenuto una diminuzione del 60% dell'ammontare degli ordini inevasi). Fanno parte della linea in questione anche un portale cliente/fornitori, un prodotto di billing per le utilities, e soluzioni di Business Intelligence. E' una linea recente, che però Formula ha intenzione di spingere in maniera push a partire dal 2009.
"La nuova proposizione è articolata, ricca e funzionale e si contrappone al modello ERP centrico che  ha caratterizzato a suo tempo l'offerta societaria, ha concluso Tarbé. Oggi, invece, la value proposition di Formula, comprende soluzioni complementari che rispondono alle differenti necessità gestionali delle aziende".
Pubblicato il: 22/12/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?