A Torino l'accordo per il finanziamento delle imprese che investono in IT

A Torino l'accordo per il finanziamento delle imprese che investono in IT

Intesa Sanpaolo, Mediocredito Italiano e Assinform: a Torino la prima tappa di presentazione dell'accordo per il finanziamento delle imprese che investono in IT.

di: Redazione ImpresaCity del 21/06/2010 17:40

 
Intesa Sanpaolo con Mediocredito Italiano, la banca del Gruppo Intesa Sanpaolo specializzata nello sviluppo delle PMI, insieme ad Assinform, l'associazione nazionale dell'Information Technology aderente a Confindustria, hanno presentato al Centro Congressi dell'Unione Industriale di Torino, l'accordo quadro siglato in aprile a livello nazionale che riserva alle imprese associate e ai loro clienti un plafond di 1 miliardo per programmi di investimento destinati alla ricerca e all'innovazione tecnologica.  
L'obiettivo dell'accordo è sostenere la diffusione di soluzioni informatiche innovative per le imprese industriali e di servizi, attraverso prodotti di finanziamento a medio-lungo termine, anche su misura, per facilitare l'accesso al credito a supporto di progetti di innovazione destinati a rafforzare la competitività delle imprese italiane sul mercato globale. Il coinvolgimento di Assinform consente alle imprese informatiche di proporre alle aziende clienti un pacchetto completo di soluzioni IT e soluzioni finanziarie, secondo le diverse esigenze.    
"E' un'iniziativa importante per il settore – ha dichiarato Alvise Braga IllaConsigliere di Assinform. Assinform oggi rappresenta non solo i grandi gruppi informatici nazionali e internazionali, ma anche le tante PMI informatiche che operano nel territorio. Tutti i loro clienti possono ora accedere più facilmente alle risorse che servono per applicazioni sempre più efficaci in tutti i settori dell'industria, del made in Italy e dei servizi."
"Dopo diciotto mesi di crisi – ha detto Rinaldo Ocleppo, Presidente della Sezione ICT dell'Unione Industriale della provincia di Torino - ora che va delineandosi una lenta uscita dalla fase più acuta di difficoltà, le imprese, per poter cogliere le opportunità che si presentano sul mercato, hanno la necessità di essere il più possibile competitive. Devono sicuramente recuperare sul lato dei costi, ma anche ottimizzare la loro gestione, nelle varie fasi del ciclo produttivo. Investire in tecnologie informatiche consente esattamente di cogliere questi obiettivi rendendo la gestione più efficace e più efficiente, ottimizzando le risorse e razionalizzando i processi. Allo stesso modo, intervenendo sui prodotti, si riescono ad ottenere economie di produzione, prestazioni più elevate e caratteristiche intrinseche più attuali e moderne; dal rispetto ambientale alla riciclabilità, al risparmio di energia. Investire in Information Technology significa indefinitiva tenere il passo con l'evoluzione dei mercati puntando su un modello aziendale snello, flessibile ed efficiente".
"Per Mediocredito Italiano – ha dichiarato Carlo Stocchetti, Direttore Generale di Mediocredito Italiano – è strategico finanziare l'intelligenza, l'immaterialità delle idee, il tempo e la creatività dei clienti, con proposte flessibili che coprono fino al 100% di un progetto anche senza ricorrere a garanzie reali, grazie a un team di propri esperti che a quella creditizia affiancano una altrettanto importante valutazione di tipo tecnico-industriale. Grazie alle sinergie avviate con Assinform, il dialogo con le PMI si rafforza sul territorio - a cominciare da questo primo appuntamento a Torino - a vantaggio della competitività delle aziende e dello sviluppo del Paese".
"E' con vero piacere – ha aggiunto Adriano Maestri, Direttore Regionale di Intesa Sanpaolo per il Piemonte, la Valle d'Aosta e la Liguria – che accogliamo a Torino la prima tappa di questi incontri nel segno del finanziamento all'innovazione nell'information technology. La scelta di Torino come apripista non è casuale ma sottolinea ancora una volta l'importanza strategica nella nostra città degli investimenti in ricerca e innovazione tecnologica cui va il convinto sostegno del Gruppo con il suo patrimonio di donne e uomini e con la capillarità dei suoi punti operativi al servizio delle imprese del settore".

Cosa ne pensi di questa notizia?

Attualità

...continua

Notizie dal Web

  • Bash Bag, una minaccia reale?

    Il commento di Jan Valcke, Presidente e COO di VASCO Data Security, sulla nuova vulnerabilità informatica denominata Bash Bug

  • * Alibaba, perché sì e perché no

    L'opinione Stefan Schmidt, vice president product strategy di Hybris, partner di Sap, sui rischi associati all'e-commerce di Alibaba

  • App native o Web App?

    La critica di Christian Heilmann, Principal Developer Evangelist di Mozilla, nei confronti delle app native

  • Come mettere a punto un piano per la compliance

    Come pianificare l'adeguamento dei sistemi informativi per conformarsi alle nuove normative. Intervento di Elizabeth Maxwell, Technical Director di Compuware

  • Bitcoin e valute crittografiche

    Rischi e minacce legate all'utilizzo delle criptovalute. L'opinione di Ivan Straniero, Territory Manager, Italy & SE Europe Arbor Networks

...continua