Logo ImpresaCity.it

Si arricchisce Oracle Fusion Middleware

Oracle presenta Oracle Event Driven Architecture Suite, la nuova suite di middleware event-driven, che integra la tecnologia BEA e Oracle Fusion Middleware e si distingue per il processing di eventi complessi.

Autore: Redazione PMI

L'integrazione tra l'offerta di Oracle e BEA prende forma in un nuovo prodotto. Si tratta della nuova versione di Oracle Event Driven Architecture Suite (Oracle EDA Suite), componente di Oracle Fusion Middleware, che mettte le imprese nella condizione di reagire rapidamente alle mutevoli condizioni del mercato. La nuova versione si basa su Oracle Complex Event Processing 10g Release 3 (Oracle CEP 10g R3), prima BEA WebLogic Event Server, piattaforma per il processing di eventi complessi che include un server applicativo Java basato su tecnologia OSGI per rilevare, filtrare, analizzare e correlare eventi di business differenti per prendere decisioni informate in tempo reale. Oracle EDA Suite 10g R3 include Oracle JDeveloper, Oracle Business Activity Monitoring, Oracle Business Rules, Oracle Enterprise Service Bus e Oracle Complex Event Processing. Oracle CEP 10g R3 offre un ambiente dichiarativo per lo sviluppo di applicazioni di event processing per ottimizzare le operazioni di business. Il software è in grado di esaminare molteplici stream di eventi tracciandone modelli e tendenze in tempo reale. Le novità apportate alla nuova versione di Oracle EDA Suite e Oracle CEP includono: event caching distribuito e locale, inclusa la stretta integrazione con i servizi di data caching distribuiti di Oracle Coherence; registrazione e riproduzione degli eventi; una console di amministrazione; funzionalità di clustering; e un ricco set di strumenti per lo sviluppo Java. Oracle Customer Services garantisce una copertura completa di Oracle EDA Suite 10g R3 con il proprio portafoglio completo di servizi di assistenza basati sul ciclo di vita IT. Oracle Customer Services supporta i clienti nel massimizzare il loro successo con le soluzioni Oracle riducendo al contempo il total cost of ownership, attraverso continui miglioramenti nella capacità di fornire un supporto personalizzato e proattivo, oltre a funzioni di knowledge management.
Pubblicato il: 04/12/2008

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?