Logo ImpresaCity.it

HPE compra Niara

Acquisita l'azienda che ha sviluppato una tecnologia di security intelligence basata sull'analisi dei modelli comportamentali e logica predittiva

REdazione

Nell'ambito della strategia che mira ad accelerare e consolidare le tecnologie di sicurezza Hpe ha annunciato di avere acquisito Niara, azienda californiana che ha sviluppato una tecnologia basata sull'analisi dei modelli comportamentali (User and Entity Behavior Analytics - UEBA) che fa uso di logica predittiva.

Niara verrà integrata in Hpe Aruba permettendo di creare soluzioni di sicurezza, in infrastrutture wired e wireless, associate alla tecnologia ClearPass estendono così la possibilità di mettere in sicurezza anche dispositivi IoT.

niara-dashboard-display.pngLa tecnologia UEBA, secondo la definizione di Gartner, permette di indviduare anomalie in base a tecniche di tipo analytics aiutando le aziende a proteggere sistemi e dati da accessi non autorizzati o malevoli provenienti dell'interno e dall'esterno del perimetro aziendale.

E' il nuovo emergente scenario della sicurezza che, grazie a soluzioni di Intelligence, si pone l'obiettivo di rendere più sofistica la lotta alle minacce informatiche. Una dimensione tecnologica sulla quale molte aziende della security stanno cercando di mettere a punto soluzioni che elevano il grado di sicurezza andando nello stesso tempo a semplificare la capacità di rilevamento di comportamenti fraudolenti.

Come ha detto Sriram Ramachandran, CEO e cofondatore di Niara, "L'integrazione con la tecnologia ClearPass di Aruba permetterà di mettere a punto una soluzione completa in grado di garantire visibilità real time e analisi predittiva dei potenziali rischi che possono insorgere in una mbiente enterprise"





Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 02/02/2017

Tag:

Speciali

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation

speciali

Check Point Experience, il futuro della cybersecurity è servito