Logo ImpresaCity.it

Internet, traffico in aumento nelle aree metropolitane

Secondo lo studio realizzato dai Bell Labs di Alcatel-Lucent si prevede nel prossimo quinquennio un'esplosione del traffico dati sulle reti metropolitane

Redazione

Video e data center sotto la spinta del cloud computing genereranno in cinque anni una moltiplicazione del traffico dati su base geografica e l’area più calda sarà quella delle reti metropolitane, dove l’aumento sarà sensibilmente maggiore rispetto ai grandi backbone. La conseguenza sarà la necessità di nuovi approcci e tecnologie per riorganizzare il traffico e sostenere uno sviluppo ottimizzato dei nuovi servizi, con strumenti come router intelligenti, la convergenza di tecnologie ottiche di trasporto e IP, nonché di reti software defined, le SDN, che rappresentano un approccio più flessibile e potente rispetto alle soluzioni tradizionali".  
Sono queste le conclusioni cui giunge uno studio presentato dai Bell Labs di Alcatel-Lucent, una delle principali strutture di ricerca nel campo delle telecomunicazioni e delle tecnologie digitali. Secondo lo studio “Metro Network Traffic Growth: An Architecture Impact Study”, il traffico dati sulle reti Metro aumenterà nei cinque anni dal 2012 al 2017 di 5,6 volte, con un incremento medio cumulato annuo del 41%. L’aumento sarà determinato dal traffico video, stimato in aumento di 7,2 volte, pari a oltre il 48% annuo, mentre il traffico che interessa i data center, incluso il cloud computing, aumenterà di 4,4 volte, pari al 35% annuo.  
Di particolare rilievo è la stima che vede il traffico locale, quello appunto nell’area Metro (tipicamente: un agglomerato urbano, una città o parte di essa), crescere in misura decisamente superiore a quella che, viceversa, uscirà dalla Metro per passare attraverso le dorsali a lunga distanza. Sul totale del traffico geografico, la componente che resta all’interno delle reti metroopolitane oggi è valutato al 57% e raggiungerà una quota del 75% per il 2017. Pur aumentando di 3,2 volte (circa 26% annuo), scende viceversa dal 43 al 25% la parte di traffico che esce dall’ambito metropolitano per transitare sui grandi backbone.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 16/12/2013

Tag:

Speciali

webinar

E’ tempo di Next Generation SOC

Speciale

HPE: la data economy è questione di sinergie