Logo ImpresaCity.it

Forum PA: la Regione Lombardia presenta il Portale 'Open Data'

Open Data rappresenta una vera e propria miniera di informazioni e dati messi a disposizione di tutti, preziosi per programmatori e sviluppatori di 'App'.

Autore: Redazione ImpresaCity

Cresce il Portale Open Data della Regione Lombardia e si fa conoscere anche al Forum PA, dove l'assessore alla Semplificazione e Digitalizzazione Carlo Maccari è impegnato in questi giorni quale rappresentante delle Regioni per l'Agenda Digitale.
"Quella degli Open Data - ha dichiarato l'assessore - è una novità che la Pubblica amministrazione in Italia ha il dovere di diffondere, non solo perché è un segnale di massima trasparenza, ma anche perché tutti i dati resi pubblici possono essere utilizzati per creare servizi, sviluppando quelle applicazioni di cui sempre più cittadini dispongono sui propri tablet e smartphone. Le migliori esperienze messe in campo soprattutto negli Stati Uniti dimostrano che gli Open Data sono una straordinaria occasione per creare lavoro e generare reddito".
Accedendo al portale Open Data della Regione, è possibile ottenere le informazioni più disparate, scaricando liberamente ciò che si cerca. Statistiche anagrafiche, scuole, musei e biblioteche, luoghi dove pagare il bollo auto, distributori di metano, associazioni no profit, centri assistenziali e case di cura, impianti sportivi: sono solo alcuni dei 'cassetti' ai quali accedere trovando le informazioni essenziali di ogni singolo elemento, a partire da indirizzi e contatti.
"L'Open Data lombardo - ha concluso Maccari - è oggi certamente l'esempio più avanzato nel Paese su questo tema. Stiamo per lanciare una grande iniziativa per coinvolgere i giovani programmatori che anche grazie ai nostri 'datasets' potranno sviluppare 'App' innovative e utili, le migliori delle quali verranno premiate da Regione Lombardia".
Pubblicato il: 18/05/2012

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Veeam On Forum 2018, il futuro iper-disponibile corre veloce

speciali

Phishing, Ransomware e Truffe E-Mail: è allarme per Office 365 e il cloud