Logo ImpresaCity.it

Ministero PA, ad agosto prosegue il monitoraggio dei permessi ex lege 104

Anche nel mese di agosto continua l'azione di monitoraggio voluta dal ministro Brunetta sui permessi spettanti ai dipendenti del settore pubblico per l'assistenza alle persone disabili.

Autore: Redazione ImpresaCity

Anche durante la pausa estiva gli uffici di Palazzo Vidoni continuano, su mandato del ministro Renato Brunetta, la loro azione di monitoraggio dei permessi spettanti per legge ai lavoratori dipendenti del settore pubblico per l'assistenza alle persone disabili.
Come noto, l'articolo 24 della legge n. 183/2010 (il cosiddetto "collegato lavoro") ha modificato le norme in materia, introducendo in particolare l'obbligo della comunicazione al Dipartimento della Funzione Pubblica dei dati relativi ai permessi fruiti dai dipendenti pubblici in base alla legge n. 104/1992.
Per garantire il monitoraggio e il controllo sul legittimo utilizzo di tali permessi, le informazioni vengono adesso via via raccolte in un'apposita banca dati che lo stesso Dipartimento ha realizzato negli ultimi mesi: è possibile consultare online la sintesi dei dati
Dalle informazioni fin qui trasmesse da 19.471 amministrazioni pubbliche risulta che nel 2010 abbiano usufruito di tali permessi 254.574 pubblici dipendenti per un totale annuo di 5.099.897,67 giornate lavorative (686.913 per permessi personali e 4.412.984 per assistenza a parenti o affini). Si tratta peraltro di dati in continuo aggiornamento.
Le pubbliche amministrazioni che hanno concluso la rilevazione sono 13.079 (di cui 2.254 hanno dichiarato di non avere alcun dipendente fruitore dei permessi ex lege 104).
Anche grazie alla collaborazione fornita dal Ministero per l'Istruzione, l'Università e la Ricerca, le scuole sono risultate essere le amministrazioni più solerti nell'ottemperare alla nuova legge: dai dati fin qui trasmessi da 9.790 istituti su 11.267 risulta che nel 2010 abbiano usufruito dei permessi 104.316 dipendenti per un totale di 1.415.184,34 giornate lavorative (143.440,49 per permessi personali e 1.271.743,85 per assistenza a parenti o affini). Anche qui si tratta ovviamente di dati parziali, tenuto conto che le scuole che hanno concluso la procedura sono solo 5.846 (di cui 26 hanno dichiarato di non avere dipendenti fruitori).
La banca dati del Dipartimento della Funzione Pubblica raccoglie anche le schede trasmesse da 233 Aziende Sanitarie Locali, da cui risultano 37.867 dipendenti fruitori e 961.590,96 giornate lavorative (116.212,53  per permessi personali e 845.378,43 per assistenza a parenti o affini).
Quanto ai Comuni, sono finora disponibili i dati definitivi di 4.244 amministrazioni (di cui 1.752 hanno dichiarato non avere dipendenti fruitori) e quelli parziali di altre 1.394, per un totale di 5.638 Comuni dichiaranti con 38.645 dipendenti fruitori e di 895.132,72 giornate lavorative (140.591,99 per permessi personali e 754.540,73 per assistenza a parenti o affini).
Anche  i Ministeri e la Presidenza del Consiglio dei Ministri hanno incrementato in maniera significativa i dati inseriti ma scontano tuttora la loro lentezza a causa delle numerose sedi decentrate.
Pubblicato il: 23/08/2011

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

2018 Sonicwall Cyber Threat Report

speciali

I tanti volti della sicurezza