Logo ImpresaCity.it
Iscrizione Webinar

Competitività urbana: Milano al primo posto

Seguono Roma, Bologna, Firenze, Torino. Milano prima per valore aggiunto pro-capite, import export, imprese, fiere e brevetti.

Autore: Redazione ImpresaCity

Nella classifica delle città italiane più competitive, Milano e Monza-Brianza raggiungono la prima posizione, seguite da Roma, Bologna, Firenze e Torino. L’area milanese raggiunge la prima posizione in 7 settori su dieci (tra quelli presi in considerazione): valore aggiunto pro-capite, quota di importazioni, quota di esportazioni, imprese totali, collegamenti aerei, manifestazioni fieristiche internazionali e brevetti.
Milano è seconda dopo Roma per attrattività turistica, quinta per quota di passeggeri internazionali e settima per tasso di disoccupazione più basso.
Roma si classifica seconda per collegamenti aerei (con gli aeroporti di Ciampino e Fiumicino dopo l’hub Linate-Malpensa-Orio al Serio), per quota di importazioni e per imprese. Bologna è la seconda città per valore aggiunto pro-capite e per le manifestazioni fieristiche internazionali. Primo posto a Firenze per quota di passeggeri internazionali e secondo posto a Torino per i brevetti e per la quota di export.
Nel 2012 il 6,7% delle imprese italiane si trova nell’area milanese (Milano e Monza-Brianza) che, con oltre 349mila imprese, precede Roma (334.915), Napoli (225.640) e Torino (204.692). Nel settore dei servizi avanzati lavora oltre il 10% delle imprese milanesi (29.471 imprese nella sola provincia di Milano).
I dati emergono da un’elaborazione sui dati della ricerca “Competitività urbana: Milano a confronto con alcune città italiane” a cura dell’ufficio studi della Camera di commercio di Milano, che ha messo a  confronto Milano, considerata insieme a Monza-Brianza per la reperibilità dei dati, Roma, Bologna, Firenze, Torino, Treviso, Padova, Vicenza, Napoli, Genova, Trieste.
Pubblicato il: 27/02/2014

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Red Hat Open Source Day, il futuro ha il sapore dell’open source

speciali

L’affermazione della stampa 3D tra prototipazione e produzione