Logo ImpresaCity.it

Lavoro, R.E TE. Italia: invece di sburocratizzare, si appesantiscono gli oneri delle imprese

R.E TE. Imprese Italia: "Le imprese non possono subire continui cambiamenti delle norme che regolano i rapporti di lavoro".

Autore: Redazione ImpresaCity

"Nonostante le riconosciute esigenze di semplificazione, ancora una volta si accelera sulla burocratizzazione. La Commissione Lavoro della Camera ha approvato un DDL in cui viene nuovamente cambiata la procedura - già complessa - per le dimissioni volontarie del lavoratore".
Così, in una nota, R.E TE. Imprese Italia commenta l’approvazione in Commissione Lavoro di un testo di legge unificato che modifica l’iter per le dimissioni.
"La riforma Fornero ha già introdotto una procedura farraginosa, anche questa “subita”  dalle imprese, che crea incertezze, soprattutto in situazioni limite in cui è impossibile ricontattare il lavoratore per procedere alla convalida. Il DDL approvato ieri dalla Commissione Lavoro della Camera non semplifica, ma introduce un iter che complica ancora di più la vita delle imprese,  ponendo per l’ennesima volta tutti gli adempimenti in capo al datore di lavoro e rendendo l’atto del recesso eccessivamente burocratico. Le imprese non possono subire continui cambiamenti delle norme che regolano i rapporti di lavoro con appesantimenti generalizzati e che non introducono invece soluzioni mirate a singole situazioni. Rete Imprese Italia ritiene che non sia questa la strada della semplificazione".
Pubblicato il: 13/02/2014

Tag:

Cosa pensi di questa notizia?

Speciali

speciali

Stampanti e gestione documentale

speciali

Quale futuro per le applicazioni d’impresa?