Cybertech Europe 2018

HPE, sono 37 i record mondiali battuti dai server ProLiant

Dotati di tecnologia Epyc di AMD, i modelli DL325 e DL385 stabiliscono nuovo standard nei carichi di lavoro per i cloud e i data center

Autore: Redazione ImpresaCity


Hewlett Packard Enterprise ha conquistato 37 record mondiali in termini di prestazioni ed efficienza con i nuovi server HPE ProLiant DL325 e DL 385 dotati di processore AMD Epyc di seconda generazione. Superando i precedenti record delle prestazioni di virtualizzazione fino al 321% e i record di efficienza energetica del 28%, i nuovi server stabiliscono nuovi standard per gli ambiti virtualizzazione, cloud, infrastrutture e carichi di lavoro data intensive. 

Nel dettaglio, il modello HPE ProLiant DL325 con un singolo processore AMD Epyc di seconda generazione ha conquistato la posizione di leadership nell'analisi dei dati su Apache Hadoop, battendo i precedenti leader sia nello scaling da 10 TB sia in quello da 30 TB, con miglioramenti rispettivamente del 38% e del 37%, facendo inoltre registrare un vantaggio del 30% nel rapporto prezzo-prestazioni. Per quanto invece riguarda il modello ProLiant DL385, questo è ora il server a due processori più efficiente al mondo, con una riduzione dei consumi energetici del 28% rispetto al precedente server leader del settore.  

In termini di virtualizzazione, ProLiant DL385 ha battuto il precedente record mondiale di virtualizzazione con prestazioni migliori del 61%, mentre ProLiant DL325 ha fatto registrare un aumento delle prestazioni del 321% rispetto al precedente detentore del record, offrendo significativi vantaggio di agilità nel provisioning e nella manutenzione del database per ambienti cloud, big data e IoT. Prestazioni a questi livelli consentono l'esecuzione di più carichi di lavoro su un numero inferiore di server, riducendo non solo i costi di acquisizione e operativi dell'hardware ma anche i costi del software in cui le applicazioni sono concesse in licenza per processore. 
hpe proliant 1
Vantaggi anche sul fronte della sicurezza, ambito nel quale HPE adotta un approccio olistico unico a 360 gradi, munendo il server di innovative funzionalità di protezione del firmware, rilevamento del malware e ripristino del firmware. Come sottolinea una nota, la tecnologia HPE ha già reso i ProLiant i server più sicuri al mondo, e con l'integrazione del nuovo processore AMD Epyc i clienti avranno ancora più protezione. L'integrazione delle soluzioni HPE con il processore AMD prevede una doppia convalida a livello di BIOS del server, prima della tecnologia HPE quando il server si inizializza quindi dal processore AMD, impedendo l'avvio del server in caso di compromissione del firmware. Questa doppia convalida integrata protegge applicazioni e dati e impedisce la diffusione di malware ad altre risorse dell'infrastruttura connessa.

Nell'arco dei prossimi 18 mesi, conclude la nota, HPE intende accelerare l'innovazione e la collaborazione con AMD, triplicando il numero di prodotti dotati di AMD Epyc a portafoglio.