Logo ImpresaCity.it

Cisco, per le reti è l’ora di intelligenza artificiale e intent-based networking

Uno studio analizza le ultime tendenze nel networking interpellando oltre 2000 responsabili IT per sapere quali priorità stanno dando agli investimenti e qual è lo stato attuale delle loro reti

Redazione Impresacity

Quali sono le ultime tendenze nel networking? Cisco lo ha chiesto a oltre 2000 responsabili IT e network strategist di 14 Paesi in tutto il mondo, per sapere che priorità stanno dando agli investimenti e qual è lo stato attuale delle loro reti.

Tra i principali risultati emersi dallo studio Global Networking Trends Report and Survey, spicca il fatto che le nuove tecnologie wireless, l’IoT e l’IA quale abilitatore delle operation, così come le funzionalità di threat detection e remediation, avranno un grande impatto sulle strategie di rete nel corso dei prossimi cinque anni.

Ma la priorità è quella di ottimizzare il valore e allinearsi maggiormente alle esigenze del business: lo afferma circa il 40% degli intervistati, che riconosce tutto ciò come una priorità rispetto alla semplificazione delle operation, all’ottimizzazione della produttività e alla riduzione di eventi che minano la sicurezza aziendale. Secondo gli intervistati, per ottenere tutto questo è fondamentale investire nell’intelligenza artificiale: circa il 50% degli esperti di rete è convinto che l’analytics e l’AI permetteranno di creare reti ottimali.

Non solo: l’Intent-based networking è alle porte, e permetterà alle aziende di innovare le loro implementazioni software-defined networking. Infatti, il 41% degli intervistati ha dichiarato di avere almeno un'istanza SDN in uno dei loro domini di rete. Ma solo il 4% ritiene che loro reti siano evolute oltre il concetto di software-defined e che oggi siano intent-based. Ciononostante, il 35% è convinto che la propria rete sarà completamente intent-based entro due anni. C’è anche molto consenso sull’IA e l’automazione: solo il 18% dei responsabili IT considera immatura l’IA e quindi la ritiene un ostacolo al rinnovamento della rete IT, mentre il 72% degli intervistati prevede di ottenere insight predittivi o misure correttive nel corso dei prossimi due anni grazie all’IA.  

"Oggi i team IT gestiscono reti mission critical particolarmente complesse che possono fornire dati preziosi. Ma per utilizzare efficacemente questi dati al fine di migliorare le operations, la sicurezza o l'impatto della rete sul business, sono necessari nuovi strumenti. Ed è proprio per questo motivo che i team IT stanno seriamente valutando l’intent-based networking, l’intelligenza artificiale e il machine learning: del resto è proprio il business a richiederlo," ha commentato Scott Harrell, SVP e GM di Cisco Enterprise Networking. "Grazie all’IA e all’analytics, l’IT può uscire da una situazione di stallo e portare innovazione al business”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 21/11/2019

Speciali

Speciale

Stampa gestita: il Printing è sempre più servizio

Speciali

Check Point Experience 2019