Logo ImpresaCity.it

IBM spinge blockchain nella Sanità

Blockchain può essere la base per una condivisione efficiente delle informazioni tra le varie realtà dell'assistenza sanitaria privata

Redazione Impresacity

Prima trasporti, poi sicurezza alimentare, adesso anche Sanità: le iniziative che IBM mette in campo per favorire la diffusione delle tecnologie blockchain nelle imprese si intensificano e, soprattutto, aumenta il numero dei partner applicativi che l'azienda riesce a organizzare intorno a sé. La novità di questi giorni è la creazione di una sorta di gruppo pilota che studierà i possibili scenari d'uso di blockchain nella condivisione sicura di informazioni legate ai servizi di assistenza sanitaria.

Il progetto che IBM e i suoi partner stanno mettendo in campo è a cavallo tra il mondo Finance e quello sanitario. Le realtà coinvolte sono infatti, oltre ad IBM, alcune assicurazioni sanitarie (Aetna, Anthem, HCSC) e una azienda di servizi finanziari (PNC Bank). La connotazione del progetto è molto "americana", nel senso che il punto critico da affrontare non è la condivisione di dati sanitari ma la circolazione efficiente delle informazioni collegate alla copertura assicurativa dei pazienti, alle richieste di indennizzo e ai pagamenti.

Il punto di vista di IBM e dei suoi partner è che la digitalizzazione del mondo healthcare continua ad essere frenata da problemi di interoperabilità e trasparenza nella condivisione di informazioni fra gli operatori coinvolti. Blockchain e i ledger distribuiti potrebbero essere una soluzione a questo, garantendo sicurezza e precisione nella circolazione dei dati e quindi, complessivamente, una maggiore efficienza dei processi.

Nel complesso blockchain diventa quindi un "abilitatore per la creazione di fiducia" tra i vari anelli della catena dell'assistenza sanitaria privata, per come ha sintetizzato il senso del progetto Rajeev Ronanki, Chief Digital Officer di Anthem. Ora semmai c'è da capire meglio come questo abilitatore possa essere messo in campo.

IBM e i suoi partner infatti devono ancora definire in profondità i primi casi d'uso di blockchain nell'ambito delle reti dell'assistenza sanitaria. Delineati questi scenari, si potrà procedere alle implementazioni pilota. Come in altri progetti del genere, l'ambizione è anche quella di coinvolgere altre realtà puntando proprio sulla solidità dei primi progetti pilota.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 30/01/2019

Speciali

speciali

I tanti volti del backup in cloud

speciali

Backup & Storage 2019