Logo ImpresaCity.it

AssoCertificatori la spunta su InPoste.it: il servizio tNotice non è una Pec

L’accoglimento del ricorso all’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato ribadisce il valore della Posta Elettronica Certificata

Redazione Impresacity

AssoCertificatori, l’associazione dei principali certificatori accreditati e operanti in Italia per il rilascio di firma digitale, identità SPID e posta elettronica certificata nonché per l’erogazione di servizi di conservazione digitale a norma, ha avuto soddisfazione. L’Autorità Garante della Concorrenza e del Mercato (AGCM) ha infatti accolto il suo ricorso nei confronti di InPoste.it relativamente al servizio di “raccomandata elettronica” con il marchio tNotice, pubblicizzato su molteplici canali di comunicazione come alternativo a quello di Posta Elettronica Certificata (PEC) e di cui si vantava un valore probatorio addirittura superiore. 

L’AGCM ha deliberato, fa sapere la stessa AssoCertificatori, la scorrettezza della pratica commerciale di InPoste.it in quanto ingannevole, e ha vietato la diffusione e continuazione del servizio, oltre a imporre una multa. 

Richiamando le normative vigenti quali il Regolamento europeo eIDAS (electronic IDentification Authentication and Signature) e il CAD (Codice dell’Amministrazione Digitale), il provvedimento dell’AGCM ha ribadito che la PEC è attualmente l’unica tecnologia per l’invio e la consegna di una comunicazione a essere normativamente equiparata a una notificazione trasmessa per via tradizionale, come è il caso della classica Raccomandata A/R.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 18/01/2019

Speciali

speciali

Anche i sistemi ICS hanno bisogno di protezione | #icsalsicuro

speciali

La sicurezza informatica al servizio della digital transformation