Logo ImpresaCity.it

Zucchetti non conosce crisi: oltre 270 assunzioni nel 2018

La software house numero uno in Italia continua nel percorso di crescita, e inizia il 2019 con più di 100 nuove posizioni aperte

Nell'anno del suo quarantennale, prosegue inarrestabile la marcia di Zucchetti. Oltre alla costante crescita di fatturato, con una previsione di chiudere quest’anno a quota 600 milioni di euro rispetto ai 466 milioni del 2017, la software house numero uno in Italia aggiunge infatti anche una solida campagna di assunzioni: a tutto ottobre 2018 ne ha finalizzate oltre 250, come dire più una per giorno lavorativo, e prevede di arrivare a quota 270 per l’intero anno, con la definizione di altre 20 posizioni negli ultimi due mesi del 2018, mentre per il 2019 sono già presenti circa 100 nuove ricerche.

La maggior parte delle new entry riguarda giovani neodiplomati e neolaureati, che rappresentano oltre il 60% degli ingressi nel Gruppo Zucchetti, con una particolare rilevanza per le nuove “figure 4.0”, come data scientist, software architect ed esperti di cybersecurity. Non solo: tra le nuove assunzioni spicca la quota di donne, che supera il 34 per cento, rispecchiando un trend da tempo consolidato per l'azienda, in quanto sugli oltre 4.000 dipendenti del gruppo la presenza femminile si attesta sul 44 per cento, un dato che è praticamente il triplo di quello medio in Italia per il settore ICT, che Eurostat colloca al 14,2 per cento.

Anche in periodi di crisi, per noi il numero delle assunzioni è stato sempre positivo, in particolare per le figure più giovani e per le professionalità nuove del mondo IT. In una realtà in continua evoluzione come quella informatica, infatti, disporre di figure costantemente aggiornate sulle novità tecnologiche e con competenze avanzate nell’ottica della digital transformation è l’elemento che determina il successo delle aziende che operano nel nostro settore. Ma acquisire i migliori talenti non è sufficiente, in quanto è anche necessario offrire un ambiente di lavoro in cui possano esprimersi al meglio e raggiungere i loro obiettivi professionali insieme a quelli dell’azienda”, ha sottolineato Cristina Zucchetti, presidente di Zucchetti Group e responsabile delle Risorse Umane.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 19/12/2018

Speciali

Speciali

Gli ERP nell’era della trasformazione digitale

Speciali

NetApp Data Driven Academy