Cybertech 2019

Palo Alto Networks acquisisce Zingbox per potenziare l’area della sicurezza IoT

Un servizio basato su cloud per accelerare la sicurezza dei dispositivi connessi Intenet of Things

Autore: Redazione ImpresaCity


È di 75 milioni di dollari il valore dell’acquisizione da parte di Palo Alto Networks di Zingbox, società con sede a Mountain View in California specializzata nella sicurezza in ambito Internet of Things. 

Il numero di device connessi in azienda è in crescita esponenziale, ma la maggior parte dei dispositivi non sono gestiti, e rappresentano un rischio per la sicurezza. I prodotti IoT attuali si concentrano principalmente sulla profilazione e catalogazione dei dispositivi, non sul rilevamento o l'arresto di attacchi sofisticati. Le aziende si vedono quindi costrette a integrare più prodotti di sicurezza IoT di diversi fornitori, introducendo complessità, costi più elevati e sforzo manuale. 

Il servizio cloud-based di Zingbox e la tecnologia avanzata di intelligenza artificiale e di machine learning per l'identificazione di dispositivi e minacce accelererà, spiega una nota, la capacità di Palo Alto Networks di erogare sicurezza IoT attraverso le sue piattaforme Next-Generation Firewall e Cortex. Le aziende acquisiranno la capacità di migliorare rapidamente visibilità e sicurezza nel loro scenario IoT. A regime, Palo Alto Networks offrirà sicurezza IoT con la massima visibilità prevenzione automatica in-line, tutto integrato con le piattaforme Next-Generation Firewall e Cortex. 

La proliferazione di dispositivi IoT sta determinando nelle aziende forti gap nella protezione contro gli attacchi alla sicurezza IT. Con la proposta acquisizione di Zingbox, forniremo un servizio unico nel suo genere per le nostre piattaforme Firewall e Cortex di nuova generazione, offrendo la possibilità di ottenere controllo, visibilità e sicurezza dei dispositivi connessi su vasta scala",  ha sottolineato Nikesh Arora, Chairman e CEO di Palo Alto Networks.