Logo ImpresaCity.it

Sinora punta su scouting tecnologico e proposte a canone

Il 2020 del system integrator Sinora è focalizzato sulla ricerca di nuove tecnologie e sullo sviluppo di un modello in stile as-a-Service

Redazione Impresacity

Il system integrator Sinora ha messo in archivio il periodo di assestamento successivo alla sua nascita e guarda in avanti. L'assestamento è stato breve e indolore. Perché Sinora nasce dalla fusione di due realtà che avevano già una storia collaudata alle spalle: Eurocom Telecomunicazioni e Saitel Telecomunicazioni. È comunque il punto da cui partire per il cammino che Sinora stessa si era data sin dall'inizio. Fare un ulteriore salto di qualità ampliando sia l'offerta sia la tipologia di clienti potenziali.

Il focus principale di Sinora resta quello storico, ossia le reti di telecomunicazioni mission critical. Un ambito sempre in evoluzione. Anche per questo una direttrice di sviluppo portante per il system integrator è ora potenziare lo scouting tecnologico. Che peraltro le due aziende pre-fusione hanno sempre fatto. Ora però Sinora punta su un approccio sistematico e su un team più esteso di ingegneri dedicati. Che hanno tra l'altro l’obiettivo di andare ad approcciare nuovi mercati verticali.

Sinora parte quindi dal suo bacino tradizionale: la PA e i grandi costruttori o gestori di servizi pubblici. E va oltre. Ora intende rivolgersi "anche al mercato delle operations private, quindi al mondo industry, della sanità privata, del turismo, del retail, e a tutte quelle realtà che hanno bisogno di comunicare velocemente, in ogni situazione", spiega Sabrina Vescovi, Direttore Generale di Sinora.
sinora boardIl board di Sinora: Cesare Migani, Elisabetta Cadonici, Fabio Cadonici, Sabrina VescoviProprio l'evoluzione tecnologica pone un altro problema alle aziende utenti. Ossia l'impossibilità di affrontare tutti gli investimenti che sarebbero necessari per acquisire nuovi prodotti e tecnologie. A questo problema è legata la seconda direttrice di sviluppo di Sinora: la creazione di proposte a canone. "Vogliamo diventare per il nostro cliente non solo un fornitore e un integratore di tecnologie, ma un vero e proprio service continuativo", spiega Fabio Cadonici, Direttore Vendite di Sinora.

Dato il campo in cui opera Sinora, le proposte a canone sono pacchetti particolarmente trasversali. Possono comprendere noleggio di prodotti e impianti, competenze progettuali e ingegneristiche, assistenza e manutenzione. Una proposta potenzialmente interessante per le aziende clienti di un mercato tutto sommato di nicchia. In cui la possibilità di testare tecnologie e prodotti, senza doverli per forza acquistare, può fare la differenza. "Offrire la possibilità di provare le tecnologie, e poi di continuare a utilizzarle attraverso un servizio a canone, è il nostro modo per essere vicini ai clienti", spiega Cadonici.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 06/02/2020

Speciali

Speciale

HPE: la data economy è questione di sinergie

Speciali

La nuova IT per la Digital Transformation