Logo ImpresaCity.it

QNAP KoiMeeter: il NAS fa anche videoconferenza

Con l'applicazione KoiMeeter si trasforma un NAS QNAP in un nodo per videoconferenze, adatto tanto alle grandi imprese quanto alle PMI

Redazione Impresacity

I moderni NAS svolgono molte funzioni in più rispetto a quella, più ovvia, di sistemi di storage in rete. Questo grazie al fatto che oggi sono dotati di processori e sistemi operativi adeguati all'esecuzione di applicazioni anche complesse. Ciò vale anche per i NAS di Qnap e lo dimostra il lancio di KoiMeeter, applicazione che trasforma un NAS nel cuore di un sistema di videoconferenza. Le funzioni abilitate dall'applicazione sono molte. Il che rende KoiMeeter una soluzione adatta ad ambienti enterprise, PMI e studi professionali.

Trasformare un NAS QNAP in un sistema per videoconferenze è semplice. Bisogna ovviamente installare l'applicazione KoiMeeter, che è già scaricabile da QTS App Center. Poi il NAS va collegato a un televisore tramite la sua uscita video HDMI. Videocamere e microfoni vanno invece connessi alla porta USB del NAS. Non tutti i modelli sono compatibili con la nuova applicazione QNAP. Lo sono però, ad esempio, alcuni microfoni Jabra e diverse videocamere Logitech.

Chi partecipa ad una videoconferenza o presentazione gestita con KoiMeeter ha a disposizione diverse funzioni per la condivisione dei contenuti. Può ad esempio condividere in wireless il proprio schermo usando semplicemente un browser web. Senza cioè dover usare particolari dongle o software. In senso inverso, può anche visualizzare la presentazione generale sul proprio computer.

koimeeter img
KoiMeeter abilita anche alcune funzioni "smart" per le presentazioni e videoconferenze. Come la trascrizione dell'audio di una sessione, la traduzione in tempo reale, la riduzione mirata dei rumori ambientali. Un NAS con KoiMeeter fa anche da nodo per la conservazione delle registrazioni delle sessioni di videoconferenza. Che in questo modo si possono riprodurre anche in un secondo momento.

L'architettura per videoconferenze realizzata attraverso KoiMeeter e i NAS QNAP si può ovviamente distribuire su più sedi. Anche a livello internazionale. In questi scenari il sistema QNAP può anche fare da base per chiamate video di alta qualità. Direttamente tra NAS ma anche da e verso sistemi SIP di fascia alta. Questo grazie all'integrazione con piattaforme SIP di altri produttori enterprise, come ad esempio Avaya e, tra qualche tempo, Polycom.

Con KoiMeeter, l'intenzione di QNAP è quella di offrire un sistema con prestazioni e funzioni di elevato livello ma con costi inferiori a quelli dei sistemi classici di videoconferencing. Questo, idealmente, permette alle aziende utenti di attivare un maggior numero sistemi di videoconferenza nelle proprie sedi. Facilitando così la comunicazione e la condivisione fra i dipendenti. Con anche una porta aperta verso il mondo mobile. A breve sarà infatti disponibile una versione mobile di KoiMeeter, con cui accedere alle sessioni di videoconferenza usando un device mobile.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 04/02/2020

Speciali

Speciale

HPE: la data economy è questione di sinergie

Speciali

La nuova IT per la Digital Transformation