Logo ImpresaCity.it

I viadotti italiani sotto controllo con l'AI

Autostrade per l'Italia, Autostrade Tech e IBM al lavoro su un sistema integrato di monitoraggio e manutenzione basato su machine learning, IoT e workflow automatizzati

Monitorare lo stato delle infrastrutture distribuite sul territorio è sempre complicato. Come minimo richiede un gran numero di controlli e di addetti. Inoltre, non è sempre facile definire quali tipi di controlli specifici ulteriori vadano effettuati, in funzione dei parametri rilevati nel monitoraggio standard. Per questo Autostrade per l'Italia e la controllata Autostrade Tech hanno deciso di adottare, su tecnologia IBM, un sistema di monitoraggio che sfrutti le potenzialità dell'intelligenza artificiale.

L'obiettivo è realizzare un sistema di monitoraggio e controllo che metta insieme diverse tecnologie. Dalla sensoristica IoT al riconoscimento delle immagini, dalla gestione digitale delle informazioni strutturali al machine learning. Il sistema deve poi supportare le decisioni sia durante i controlli in tempo reale, sia in tutto il ciclo di vita delle infrastrutture civili. In particolare strade, viadotti, ponti, gallerie.

Una parte del sistema è destinata al personale sul campo, che esegue i controlli strutturali. I tecnici hanno a disposizione, su device mobili, le informazioni più importanti sulla struttura da controllare. Hanno anche accesso alla documentazione specifica della struttura. Per definire quali controlli e manutenzioni effettuare. Queste attività vengono poi collegate a una gestione automatizzata dei worklflow. In modo da tenere traccia delle attività richieste e svolte, con le relative autorizzazioni.

gleb kozenko 7xrs2hiwlwi unsplashL'intelligenza artificiale e il machine learning scendono in campo quando si tratta di valutare lo stato delle infrastrutture. Il personale sul campo scatta fotografie delle strutture visitate, immagini che vengono confrontate con i modelli 3D delle strutture stesse. E su cui vengono applicati algoritmi di machine learning. Lo scopo è identificare eventuali parti che richiedano manutenzioni specifiche. E suggerire controlli e ispezioni supplementari.

Il sistema realizzato da Autostrade per l'Italia, Autostrade Tech e IBM comprende anche elementi di Internet of Things. Sulle infrastrutture monitorate sono installati sensori che comunicano in tempo reale con la piattaforma di monitoraggio. In questo modo si realizza una base dati centralizzata con informazioni sullo stato corrente di - a regime - circa 4.300 strutture civili.

Al momento il sistema di monitoraggio è ancora in uno stadio di funzionamento preliminare. Controlla tre viadotti: il Bisagno sulla A12, il Romano e il Corvi sulla A16. Entro fine 2020 il monitoraggio via sensori dovrebbe essere esteso alle principali 1.943 strutture della rete di Autostrade per l'Italia. Da metà 2020 in poi è previsto lo sviluppo delle funzioni a supporto delle attività di manutenzione.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 19/12/2019

Speciali

Speciale

Il Made in Italy del cloud

Speciali

World Backup Day 2020