Logo ImpresaCity.it

HPE, nasce un’infrastruttura iperconvergente basata sull’AI

La piattaforma HCI SimpliVity propone ora un'esperienza AI-driven, rinnova la protezione dei dati e incrementa l'usabilità

Redazione Impresacity

Novità per SimpliVity, la piattaforma per infrastrutture iperconvergenti (HCI) di Hewlett Packard Enterprise. Nasce infatti una nuova generazione di soluzioni HCI basate sull’ intelligenza artificiale, per semplificare la gestione delle macchine virtuali. Facendo leva sulla propria architettura software-defined, SimpliVity migliora ora la customer experience grazie a HPE InfoSight, offrendo la possibilità di aggiornare interi cluster con un solo click e introducendo l'integrazione di HPE StoreOnce.  

In dettaglio, spiega una nota, SimpliVity semplifica il lavoro di deployment, gestione, crescita e aggiornamento dell'infrastruttura da parte di qualsiasi amministratore di macchine virtuali. Infatti, la nuova soluzione auto-gestisce intelligentemente i livelli di efficienza, prestazioni e resilienza senza bisogno di ottimizzazioni manuali né di compromessi in termini di configurazione.  

Tra le innovazioni introdotte all'interno di SimpliVity vi sono anche la prima release di HPE InfoSight per SimpliVity, che permette di pianificare le risorse in maniera predittiva, eliminando qualsiasi congettura dalla gestione della capacità. HPE InfoSight capacità di analisi e visibilità globale su insight dettagliati inerenti ai sistemi, prestazioni e utilizzo della capacità, insieme con l'automazione del supporto attraverso alert e rilevamenti automatici di problemi complessi.  Inoltre, è ora possibile l’aggiornamento dei cluster con un solo click per effettuare l'upgrade senza interruzioni dell'intero stack software da SimpliVity, eliminando i rischi e semplificando il processo.

Non solo: con l'integrazione di HPE StoreOnce all'interno di SimpliVity nasce una soluzione per la protezione dei dati app-aware caratterizzata da velocità di recovery e automazione basata su policy per semplificare la gestione e abbattere i costi. Questa soluzione integra le funzioni di backup e recovery già previste da SimpliVity per la retention e la compliance a lungo termine. 

Da notare infine che attraverso HPE GreenLake i clienti possono usufruire della connessione al cloud con la possibilità di utilizzare SimpliVity secondo l'approccio as-a-Service. Sempre in tema cloud, SimpliVity è anche disponibile come HPE Validated Design per Google Cloud Anthos, offrendo un vero cloud ibrido per i container all'interno di una soluzione a consumo.  

“Il futuro delle soluzioni HCI è AI-driven, e HPE possiede l'AI più avanzata”, ha dichiarato McLeod Glass, VP & General Manager, SimpliVity and Composable Software di Hewlett Packard Enterprise. “Le piattaforme HCI semplificano la vita alle aziende ma non evitano che possano nascere complessità irrisolte. HPE ha ripensato il concetto di HCI mettendovi al centro HPE InfoSight. Questa intelligenza globale cambia davvero le regole del gioco per i clienti che passano dalle soluzioni HCI di prima generazione a una piattaforma HCI intelligente con HPE”.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 19/11/2019

Speciali

Speciale

Stampa gestita: il Printing è sempre più servizio

Speciali

Check Point Experience 2019