Logo ImpresaCity.it

NetApp punta al modello AIOps potenziando Active IQ

La gestione intelligente degli ambienti IT, e in particolare il data management, sono al centro di alcune nuove funzioni di Active IQ

Redazione Impresacity

In ambito IT management buona parte dei vendor tecnologici punta ad un modello di gestione quasi completamente automatizzata. Il modello ha varie denominazioni, quella più "accattivante" sembra essere AIOps. Acronimo che illustra bene come le funzioni di operations debbano man mano essere affidate ad algoritmi di intelligenza artificiale. I quali imparano nel tempo come intervenire per ottimizzare le configurazioni e in generale il funzionamento dell'infrastruttura IT.

Questo modello si può applicare anche all'ambito specifico del data management. Una strada seguita anche da NetApp, che partendo da questo presupposto ha sviluppato la sua offerta Active IQ. Si tratta di un insieme di servizi cloud che raccolgono dati di telemetria dai prodotti NetApp installati globalmente. La società parla di oltre 300 mila asset che, ogni giorno, generano diecimila miliardi di data point che convergono in un singolo data lake.

I dati raccolti vengono analizzati con algoritmi di machine learning che, nelle intenzioni, generano informazioni utili su come ottimizzare il funzionamento dei sistemi NetApp. L'evoluzione di Active IQ riguarda la natura di queste indicazioni. In primo luogo sono state reattive e legate soprattutto alla diagnostica. Ora cercano di essere più approfondite, predittive e prescrittive.

netapp active iqSulla scia di queste evoluzione, Active IQ sta acquistando nuove funzioni. In generale NetApp lo vede come un Digital Advisor che identifica dove e come intervenire, meglio se in maniera automatica. Questo significa in particolare che le sue funzioni devono integrarsi in altri elementi dell'offerta NetApp. Le novità riguardano infatti le loro inclusioni nelle nuove offerte SupportEdge Advisor e SupportEdge Expert.

L'integrazione riguarda anche Cloud Insights. Secondo NetApp, Active IQ e Cloud Insights insieme
"coprono l'intero ambiente di hybrid multicloud, a prescindere da quanto sia complesso". Fanno cioè da soluzione integrata per analizzare le prestazioni di un'intera infrastruttura. Una estensione di questo è il nuovo Cloud Insights Premium, una versione avanzata di Cloud Insights che offre il monitoraggio degli ambienti Kubernetes.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 14/11/2019

Speciali

Speciali

La nuova IT per la Digital Transformation

Speciale

Stampa gestita: il Printing è sempre più servizio