Logo ImpresaCity.it

Il 2020 delle tecnologie secondo NTT Ltd

Intelligenza artificiale, pervasività dei dati ed edge computing saranno alla base di alcuni trend di evoluzione nelle imprese di qualsiasi settore. Lo spiega NTT Ltd.

Il 2020 promette di essere un anno particolarmente interessante, lato tecnologie e trend IT. Nel biennio 2018-2019 molti hanno seguito un percorso di maturazione, il 2020 potrebbe essere l'anno del loro boom. Lo pensa anche la "nuova" NTT Ltd. Che ha pubblicato un report con le sue previsioni tecnologiche per il prossimo anno.

NTT Ltd ritiene innanzitutto che ci siano tre temi chiave nell'IT. Che sottenderanno tutte le evoluzioni "disruptive" del 2020. In primis, prevedibilmente, la pervasività dei dati e il loro potenziale come fattore di trasformazione per i processi aziendali. Gli altri due temi sono più tecnologici: la creazione di nuove architetture IT basate su edge computing, l'adozione del multicloud ibrido come approccio di riferimento.

Più in dettaglio, il 2020 vedrà l'affermarsi di dieci tecnologie o approcci chiave. Che le aziende dovrebbero recepire come altrettanti "motori" per innovare sé stesse. NTT Ltd cita intelligenza artificiale, realtà virtuale/aumentata, robotica, blockchain, cyber security, crowdsourcing, digital biology, digital fabrication, Internet of Everything, quantified self. Quindi non tutti e soli elementi completamente nuovi, ma che ora possono essere sfruttati con maggiore concretezza.

cybersecurity
Una concretezza che deriva anche dalla loro combinazione sinergica. Emanuele Balistreri, Country Managing Director per NTT Ltd in Italia, ha ad esempio sottolineato che “Negli ultimi anni, in Italia si è parlato spesso di cloud, dati, AI e sicurezza come se fossero tecnologie a sé stanti. Il 2020 segnerà un cambiamento. Nei prossimi dodici mesi, le aziende italiane guarderanno a soluzioni end-to-end complete in grado di rendere i propri ambienti interamente connessi con un conseguente grande impatto sul mondo in cui viviamo".

Cinque tendenze da seguire

L'importanza delle tecnologie cognitive è dimostrata dal fatto che, secondo NTT Ltd, gli sviluppi tecnologici si concretizzeranno in quattro trend "intelligenti". Più una quinta area di sviluppo collegata in modo specifico ai servizi tecnologici.

Il trend verso il cosiddetto Intelligent Business vede le aziende affrontare la Digital Transformation come un insieme di passi di sviluppo incrementali. Non più come una "rivoluzione" con un obiettivo ben preciso. Questo permette anche una visione più a lungo termine della propria crescita. E in particolare del rapporto tra l'azienda e i clienti, ossia genericamente la customer experience. Analytics, digital twin e multicloud sono tra i tasselli tecnologici coinvolti.

Cambia anche il rapporto tra le aziende e i loro "clienti" interni, ossia i dipendenti. È il trend che NTT Ltd chiama Intelligent Workplace. E che porta verso ambienti di lavoro più piacevoli e produttivi, anche grazie all'automazione. Qui giocano il loro ruolo le piattaforme di collaboration, gli smart building, la BPA.

immagine
E se tutto, o quasi, si basa sui dati, allora l'infrastruttura IT deve cambiare per poterli gestire al meglio. È il trend della Intelligent Infrastructure, che vede la creazione di architetture adattabili - quindi software-defined - in grado di estendersi su ambienti multicloud ed ibridi. Il cui scopo è massimizzare l'utilizzo dei dati, le performance delle applicazioni, la user experience. Automazione, orchestration, SD-WAN, sicurezza, IoT, edge computing sono i tasselli chiave di questo trend.

In questo scenario la cyber security deve anch'essa adattarsi. La nuova Intelligent Cybersecurity non può essere solo reattiva ma deve anche essere proattiva. Quindi in grado di operare autonomamente grazie al machine learning. Per NTT Ltd la parola chiave del 2020 è SOAR: Security Orchestration, Automation and Response. Una sigla che sta ad indicare come la cyber security sia sempre più "dentro" l'infrastruttura e non semplicemente aggiunta a quello che già c'è.

Infine, i servizi. O meglio la nuova visione del Everything-as-a-Service, o XaaS. In cui le aziende utenti vogliono estendere a qualsiasi servizio i vantaggi del modello aaS. Spingendo così anche i service provider di qualsiasi settore a seguire la propria Digital Transformation. Per essere davvero in grado di erogare in maniera nuova ciò che i clienti chiedono. Anche se si tratta di servizi molto specifici in ambiti relativamente poco digitalizzati.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Se vuoi ricevere le notifiche delle notizie più importanti della giornata iscriviti al canale Telegram di ImpresaCity al link: t.me/impresacity
Pubblicato il: 12/11/2019

Speciali

Speciale

Stampa gestita: il Printing è sempre più servizio

Speciali

Check Point Experience 2019