Logo ImpresaCity.it

Con Zucchetti i Mondiali di Calcio del 2022 parlano già italiano

L'Italia è già uno dei protagonisti alla Coppa del Mondo FIFA 2022, almeno dal punto di vista tecnologico

Redazione Impresacity

Parlano italiano grazie a Zucchetti gli stadi del Qatar. La società lodigiana, dopo il Khalifa International Stadium, ha vinto nella primavera del 2018 la gara per la gestione della sicurezza e il controllo degli accessi dello stadio futuristico di Al Wakrah, attualmente noto come Stadio Al Janoub.

Inaugurato il 16 maggio con la finale della Amir Cup 2019, lo stadio Al Janoub è stato progettato da Zaha Hadid, la prima donna a ricevere il Pritzker, uno dei premi di architettura più importanti al mondo, ed è ispirato alle vele delle Dhow, imbarcazioni tipiche del Golfo Persico. L'impianto sportivo di Al Janoub è il primo degli otto stadi in cui si svolgerà la prossima Coppa del Mondo FIFA, la prima a essere giocata in inverno e l’ultima a prevedere la partecipazione di 32 squadre anziché 48, dato che come noto a partire dal 2026 infatti il Mondiale verrà esteso ad altre nazioni. Un simbolo importante quindi per tutti gli amanti del calcio e non solo, che ha affidato a Zucchetti la gestione di uno degli aspetti più importanti: la sicurezza.

Il sistema di accessi è composto da un totale di 72 varchi con tornelli a tripode, 10 portelli motorizzati per disabili, 2 ingressi VIP e 8 palmari per ingressi VVIP, la sua installazione si è svolta in soli due mesi tra il marzo e l’aprile scorsi. In un design 100% made in Italy, i terminali Zucchetti racchiudono innovazione, tecnologia, robustezza e praticità e garantiscono un perfetto equilibrio operativo tra sicurezza, comfort e libertà di movimento. Dispongono di display grafici da 7 pollici ad alta luminosità su ambo i lati per dare informazioni differenti a spettatori e operatori, e sono in grado di leggere tutti i tipi di biglietti: da quelli tradizionali in carta, agli smartphone, passando per biglietti print@home e RFID/NFC.

Questo garantisce semplicità d’uso, velocità di lettura e massima visibilità, grazie all’inclinazione dei display. Inoltre, come già sperimentato in altri grandi eventi di cui Zucchetti si è occupata, il controllo accessi è perfettamente integrato con sistemi di terze parti quali Ticketing, BMS (Building Management System), FAS (Fire Alarm System) e Parking.

Se questo articolo ti è piaciuto e vuoi rimanere sempre informato con le notizie di ImpresaCity.it iscriviti alla nostra Newsletter gratuita.
Pubblicato il: 30/05/2019

Speciali

speciali

Cybersecurity: Bersaglio Mobile, non toccate quello smartphone!

speciali

Wake up and secure your cloud